Disagi dei pendolari per Parma. Anzola scrive alle autorità

Il vicesindaco fa presente che oltre agli immensi disagi ci potrebbero essere pericoli per le persone e linee insicure
Scrive Anzola:"Ieri si è verificata l'ennesima avventura per i pendolari della linea Viadana - Brescello  - Parma. Corsa FER cancellata improvvisamente, che ha lasciato numerose persone prive di ogni possibilità di trasporto bloccate nella stazione di Brescello. Alcuni pendolari si sono trovati costretti a deviare un autobus di passaggio dopo una lunga attesa. Sembra oramai chiaro che la situazione è diventata insostenibile. Mi è stato riferito che al treno in questione mancherebbero alcuni sistemi di sicurezza, in particolare il sistema SCMT. A quanto pare i passaggi a livello spesso rimarrebbero aperti permettendo il passaggio di auto durante il transito del treno. Si dice che dal mese di ottobre al treno in questione non sarà più consentito l'ingresso presso la stazione di Parma arrestandosi così a Sorbolo. Servirebbero perciò tre cambi per fare 25 km. Ciò creerebbe disagi indicibili, ma la cosa più importante è la sicurezza. Se ciò fosse vero significherebbe che i cittadini attualmente starebbero viaggiando su di un mezzo non sicuro mettendo a repentaglio la loro incolumità personale. Ho perciò proprio oggi, tramite nota scritta, allarmato l'Assessore alla Sicurezza del Comune di Parma, la Questura di Parma, la Prefettura di Parma ed il responsabile della Protezione Civile affinchè verifichino se questa situazione corrisponde al vero. Sugli orari delle corse si può discutere, sulla sicurezza no. Essa deve essere garantita sempre e comunque. Proporrò ai sindaci che interverranno domani a Viadana di percorrere prossimamente questa tratta in treno insieme ai pendolari in segno di solidarietà e protesta."
Vice sindaco di Viadana
Dario Anzola