Servizi cimiteriali non a norma. Controlli anche a Viadana

La ditta che gestisce molti cimiteri comunali tra cui quello viadanese è finita in un'inchiesta giudiziaria partita dal veronese coinvolgendo d'ufficio anche sindaco e tecnico del comune. A viadana è stata posta sotto sequestro l'area sul retro del camposanto di via Aroldi dove sorge la baracca-deposito e dove gli agenti avrebbero rinvenuto materiale ancora da smaltire. Benché anche il comune di Viadana si servisse della stessa ditta finita sotto inchiesta i responsabili viadanesi hanno proclamato la propria estraneità portando le proprie tesi difensive. Sembra che la ditta in questione non svolgesse adeguatamente gli smaltimenti e l'indagine veronese pare sia partita col ritrovamento nei locali aziendali di salme mal conservate che emanavano nauseabondi effluvii captati dai residenti che hanno segnalato la cosa alle autorità facendo scattare le indagini e conseguenti controlli che hanno coinvolto anche il cimitero viadanese. La notizia è stata pubblicata sulla Provincia.