Viadana. Botti vietati, una questione di civiltà

Le esplosioni danneggiano soprattutto anziani, bambini e animali domestici
Il sindaco ha ordinato che s'infliggano multe anche di 100 euro (o una denuncia penale nei casi più gravi) a chi fa scoppiare i botti di capodanno mettendo a repentaglio la salute pubblica. E' stata emanata un'apposita ordinanza dove si fa presente che il sindaco non ha potere di vietare la vendita di tali esplosivi - a patto che siano a norma ovviamente - né di utilizzarli in privato in casa propria in cortili o in spazi aperti privati ma ne vieta severamente l'uso in pubbliche vie e assolutamente in luoghi ove siano radunate persone per esempio anche in feste e manifestazioni pubbliche ove siano presenti più persone. Potrebbe capitare infatti che qualcuno possa rimanere ferito da questi oggetti ludici che sono degli esplosivi a tutti gli effetti. Il sindaco pertanto consapevole che sarebbe impossibile controllare tutto il territorio e che questa biasimevole prassi è molto diffusa fa appello al senso civico dei cittadini affinché finalmente ci si renda conto che tali esplosioni sono di grave nocumento alla serenità degli anziani, dei bambini e degli animali domestici che possono subire veri traumi psicologici e/o cardiaci dalle potenti deflagrazioni di questi inutili ordigni.