Viadana. "Il futuro oltre il banco"

COMUNICATO STAMPA: E’ DECOLLATO IL PROGETTO “IL FUTURO OLTRE IL BANCO”

L’offerta formativa della scuola secondaria di primo grado, quest’anno s’è arricchita di una nuova unità: quella della classe formata dai ragazzi del progetto “IL FUTURO OLTRE IL BANCO”, ovvero 16 giovani residenti nei comuni del distretto, che rischiavano di non conseguire la licenza media, oggi presupposto fondamentale per l’ottenimento della patente, l’accesso all’istruzione superiore, la riceca del lavoro.
“Una classe ghetto o differenziata” - qualcuno potrebbe obiettare - ma non è assolutamente così: è trascorso più di un anno da quando le dirigenti scolastiche Roncoletta, Sogliani e Barzoni, gli amministratori ed operatori del Consorzio Pubblico Servizio alla Persona e del Comune di Viadana, i volontari delle parrocchie e i referenti del terzo settore hanno iniziato ad incontrarsi e cercare di “bucare la roccia”… per prevenire la dispersione scolastica.
Il progetto, realtà consolidata in altre Regioni, in Lombardia è una novità: questo del distretto viadanese è da considerarsi pilota.La classe incardinata per scelta comune presso l’i.c. Parazzi, ha stesse natura e funzioni delle altre.
Il corpo docenti è stato formato grazie all’assegnazione dell’Ufficio Scolastico Provinciale.
L’equipe operativa è costituita da 7 insegnanti coordinati dalla Prof.ssa Lorella Saviola, da 2  educatori della Coop. Soc. Lunezia, dalle volontarie della Parrocchia di Cicognara e dell’Associazione Comitato Viadanese di Solidarietà,  dalla psicologa Irina Ceresa.
L’Assessore del  Comune di Viadana - Ines Sartori - ha dato un contributo importante sia per l’attività di coordinamento che operativa.
E’ stato richiesto un co-finanziamento di € 15.000 alla Fondazione Comunità Mantovana: si auspica il buon esito della richiesta in quanto le risorse sono necessarie per il raggiungimento degli obiettivi strategici.