Misterioso episodio notturno nell'ex ospedale di Viadana

Il vetro rotto all'ex ospedale
Provincia: "Aggredito di notte in pieno centro, vittima un 31enne straniero spinto contro la porta di vetro dell'Asl". Gazzetta: "Prende a testate la porta dell'Asl, finisce in ospedale". Questi i titoli dei giornali riguardo un curioso quanto misterioso episodio accaduto la notte scorsa verso le 24. Sembra che le forze dell'ordine e/o il 118 - su segnalazione di una presunta rissa davanti all'ex ospedale di Viadana - giunti sul posto abbiano trovato un 31enne straniero con la testa sanguinante e la vetrata di una delle porte infranta. Nella versione della gazzetta si accredita la tesi che l'uomo - per motivi che s'ignorano - si sarebbe adoperato per aprirsi un varco utilizzando come ariete la propria zucca procurandosi ferite che ne hanno richiesto il ricovero anche se con ferite non gravi,  ma - in sostanza - abbia fatto tutto da solo e al solo scopo di entrare nell'edificio, a far cosa non si sa. La provincia sembra accreditare la tesi dell'aggressione - benché l'articolista avverta che l'episodio sia "poco chiaro" - si ipotizza che una discussione sia degenerata in "vera e propria aggressione" specificando che però non ci sarebbe traccia del presunto aggressore, nessuna denuncia inoltrata e nessun testimone diretto. Gli unici fatti riscontrabili sono il ricovero del giovane di cui vien detto solo essere straniero (senza altra specifica) e il vetro rotto all'entrata dell'ex ospedale di L. De Gasperi ora sede del distretto sanitario.