Al teatro di Viadana Amanda Sandrelli

TEATRO VITTORIA VIADANA - Stagione 2012
23 febbrario (giovedì) Amanda Sandrelli - Alfonsina y el mar - storia di Tango e passioni

 AMANDA  SANDRELLI, voce recitante
GIAMPAOLO BANDINI, chitarra
CESARE CHIACCHIARETTA, bandoneon
 Amanda Sandrelli interpreta le pagine più suggestive di alcuni dei poeti più famosi della storia argentina. Musica e parole che si rincorrono, magia e ricordi che si uniscono in un solo istante, sulle note delle pagine più emozionanti che la storia della musica moderna abbia mai ricordato.
PROGRAMMA

Astor Piazzolla                   Bandoneon

Jacinto Chiclana
( Jorge Luis Borges “Milonga de Jacinto Chiclana”)

Zita

Carlos Gardel                     Por Una Cabeza
(Jorge Luis Borges “El tango”)
 
Augustin Bardi                   Gallo Ciego                   

Jorge Luis Borges “Qualcuno dice al tango” (solo voce)

Angel Villoldo                    El Choclo
(J.C. Marambio Catàn “El Choclo”)

Astor Piazzolla                  Ave Maria  
(Homero Manzi, José Dames “Fuimos”)
                                  
Maximo Diego Pujol             Nubes de Buenos Aires

Carlos Gardel                     El dia que me quieras
(Alfredo Le Pera “El dia que me quierias”)

Astor Piazzolla                  Adios Nonino

Astor Piazzolla                   Oblivion
Libertango 
(Homero Manzi “Che, Bandoneon”)

Quell’abbraccio così stretto tra uomo e donna l’ha inventato il tango. Nessuna danza precedente aveva mai osato tanto. Esiste segno più evidente dell’amore?” (Horacio Ferrer).Un viaggio intenso tra le note malinconiche delle musiche di Astor Piazzolla, i poetici duelli di Jorge Luis Borges, e la passione straziante delle canzoni di Carlos Gardel. Il tango è la perfezione sensuale di un istante; è evocazione d’erotismo e di sguardi lanciati a chilometri di distanza, espressione di definitiva solennità; ritmo lento di torpore dopopranzo come uccelli migratori posati sui fili a riposare dopo una tappa massacrante. Musica intrisa di una fisicità liricamente minimalista, che è nata trafficando ai confini dell’illegalità (case di appuntamenti e bische clandestine), e così si è sporcata, si è spiegazzata, ha cambiato la traiettoria, ha graffiato il suono. Il tango è tutte queste cose, e moltissimo altro.