Viadana. I vestiti dei poveri nei mercatini vintage

Una truffa ai danni della credulità popolare, la gente crede di dare un aiuto ai poveri donando capi di vestiario dismessi e invece c'è chi ci guadagna.
I Vestiti e altri capi di abbigliamento venivano raccolti nelle case con sacchi appositi poi venivano rivenduti nei mercatini vintage lucrando quindi sulla fiducia della gente. Si raccoglieva materiale gratis da rivendere. Questi i contorni di una inchiesta smascherata dalla Provincia - che, partita da Viadana, ora si sta allargando anche agli comuni dell'Oglio Po. La polizia locale avrebbe fatto delle ricerche...
sulla base dei volantini distribuiti che invitavano a lasciare in sacchi per la raccolta porta a porta di indumenti dismessi (promettendo di darli ai poveri) ma sui riscontri effettuati sui recapiti scritti sui volantini lasciati nelle case è risultato che le aziende sarebbero state fasulle o non in regola o non autorizzate.