Viadana. Tagli alle società società sportive

"Dispiace dovere intervenire così duramente -  ha detto il sindaco Penazzi ai giornali - ma siamo in situazione di emergenza sociale e il comune deve assolutamente concentrarsi sull'aiuto alle categorie di persone più deboli. Quelli che hanno perso il lavoro o che sono a rischio sfratto". Il sindaco pone altresì su un ipotetico piatto della bilancia le nuove povertà e servizi importanti ma voluttuari come i contributi alle società sportive. "Dovremmo tagliare anche sugli aiuti alle disabilità volete che si possa largheggiare sulle strutture sportive?" Si chiede il sindaco Penazzi ponendo la domanda alla cittadinanza alla quale altresì chiede un moto di responsabilità in un momento in cui ci si deve sacrificare per il bene comune.