Aironi a Glasgow con cinque cambi - Rientra Bergamasco dopo la squalifica

AIRONI A GLASGOW CON CINQUE CAMBI
RIENTRA BERGAMASCO DOPO LA SQUALIFICA
ORQUERA A CACCIA DEI 100 PUNTI
Dopo la pausa per l’ultima giornata del Sei Nazioni che ha visto l’Italia battere la Scozia grazie anche alla meta di Giovanbattista Venditti, torna il RaboDirect PRO12 con lo sprint finale di cinque partite che eleggeranno poi le quattro semifinaliste.
Reduci dalla vittoria contro il Munster – quarto successo stagionale – di due settimane fa, gli Aironi volano a Glasgow per sfidare una delle grandi rivelazioni della stagione. I Warriors, infatti, sono quarti in classifica con 47 punti, tallonati da vicino da Ulster (46), Scarlets e Cardiff (45), e hanno perso solo una delle ultime tredici gare di campionato a fronte di 8 vittorie e ben 4 pareggi. Al Firhill Stadium il calcio d’inizio è fissato alle 20,35 italiane, diretta sul canale scozzese BBC Alba e differita sabato sera alle 22 su RaiSport 1.


Coach Rowland Phillips deve ancora fare i conti con una lunga serie di infortuni, che tengono fuori i vari Buso, Robertson (entrambi però in settimana hanno ripreso a lavorare sul campo con la squadra), Santamaria, D’Apice, Pizarro, Viljoen, Trevisan e Williams a cui si aggiungono Pavan (che sconta l’ultima settimana di squalifica), Sole (a cui la società ha concesso di rimanere a fianco della moglie in attesa del primogenito proprio in queste ore) e i Nazionali lasciati a riposo (Bortolami, Geldenhuys, Masi, Venditti e Staibano).

Il XV scelto parte comunque da una base che si è dimostrata solida nella vittoria contro Munster. A cominciare da Tito Tebaldi, schierato ancora nel ruolo di estremo. All’ala torna Giulio Toniolatti, con Sinoti Sinoti a completare il triangolo allargato. La coppia di centri è invece formata da Roberto Quartaroli e Matteo Pratichetti.

Non cambia la mediana: all’apertura ci sarà Luciano Orquera, a cui mancano 7 punti per diventare il primo giocatore a segnare 100 punti con la maglia degli Aironi, mentre Tyson Keats – Man of the match contro Munster – vestirà ancora la maglia numero 9.

Cambia invece la terza linea. Sarà Filippo Ferrarini a vestire la maglia numero 8, affiancato dall’ormai inamovibile Nicola Cattina e da Mauro Bergamsco, che rientra dopo la squalifica subita contro gli Ospreys.

In seconda linea George Biagi affianca ancora Carlo Del Fava, che riceve i gradi di capitano dall’infortunato Santamaria. In prima linea il tallonatore sarà allora Fabio Ongaro, con Lorenzo Romano confermato a destra e Alberto De Marchi che ritorna titolare a sinistra.

Arbitra l’incontro l’irlandese Dudley Phillips.

AIRONI: 15 Tito Tebaldi; 14 Giulio Toniolatti, 13 Roberto Quartaroli, 12 Matteo Pratichetti, 11 Sinoti Sinoti; 10 Luciano Orquera, 9 Tyson Keats; 8 Filippo Ferrarini, 7 Mauro Bergamasco, 6 Nicola Cattina; 5 Carlo Del Fava (cap), 4 George Biagi; 3 Lorenzo Romano, 2 Fabio Ongaro, 1 Alberto De Marchi.

A disp.: 16 Antonio Denti, 17 Matias Aguero, 18 Salvatore Perugini, 19 Joshua Furno, 20 Simone Favaro, 21 Giorgio Bronzini, 22 Naas Olivier, 23 Alberto Benettin. All.: Rowland Phillips.