Bretellina Frazioni Nord

Sig. Direttore,
ora che il problema Bretellina è stato sollevato non ho sentito ancora nessuno che si sia preso la responsabilità di definire una data per parlarne ufficialmente, visto che tutti la ritengono indispensabile. Da più di vent'anni tutti i candidati sindaco di Viadana hanno messo la Bretellina nel loro programma elettorale come opera importante per le frazioni nord,... solo parole. Bottari mi ricorda la paternità della Lega per il protocollo per la realizzazione della Gronda Nord negli anni '90, ma la strada che chiediamo è dagli anni '50 che l'aspettiamo !!!! L'ultima opera importante fatta è via C.Poma a Cizzolo
che ha deviato il traffico pesante dal centro del paese alla zona artigianale negli anni '60 permettendo inoltre la nascita di varie abitazioni e di aziende. La sig.ra Baracca in un articolo apparso sulla stampa locale ha affermato che prima di spendere dei soldi per dei progetti (tracciato della bretellina) bisogna essere sicuri che questi saranno poi finanziati, mi sembra di essere di fronte al dubbio se è nato prima l'uovo o la gallina; in un altro passaggio afferma l'importanza di mettere delle protezioni in via Fossola e via Terzone per evitare incidenti (opera urgente e indispensabile), ma lo rimanda a quando la Provincia o chi per essa avrà
i soldi per finire definitivamente l'argine. Mi chiedo, perchè sempre questo rimandare a data da destinarsi con la speranza che tutto torni nel dimenticatoio?La messa in sicurezza di quelle strade deve essere fatta a prescindere perchè l'incidente può sempre accadere.
Dal progetto Aipo, il tratto arginale S.Matteo-Via Viazzone , potrà sopportare anche il traffico
pesante. Serviranno due anni di chiusura totale per garantirne l'assestamento e la tenuta e poi tutto ritornerà come prima,ma poi, gli automezzi pesanti che tutti i giorni verranno a Cizzolo da dove passeranno? Il tratto di argine di competenza comunale che da via Viazzone va verso la zona artigianale di Cizzolo è troppo stretto e con la sommità pericolosa anche per le auto quindi non resta che passare dal centro di Cavallara per poi proseguire per via Montesauro. Questa seconda ipotesi la stiamo vivendo da alcuni anni e tutti i giorni speriamo che qualche autoarticolato non entri in una casa o non travolga una persona, inoltre l'unico tratto di strada che permette il collegamento con Cizzolo è stretto e ha una carreggiata che pericolosamente si sta inclinando sempre di più verso il fosso adiacente compromettendo la stabilità degli automezzi. Quindi sig.ra Baracca, in qualità di referente presso l'amministrazione comunale per le frazioni nord, come risolviamo questo problema? Viene prima o dopo le protezioni di via Fossola o della conclusione definitiva dei lavori sull'argine? Non è forse il caso di rispolverare il progetto del tratto di strada che collega la zona artigianale di Cizzolo con la provinciale 57, opera tanto cara all'ex assessore Bellini ma anche a tutti noi in quanto sinonimo di sicurezza e di sviluppo per un'area che
sopravvive grazie al coraggio di imprenditori, artigiani e commerciati che continuano ad investire per evitare che questa muoia?
 Davide Montanari