Viadana. "Bazzoni e il suo monumento ai caduti"

Società Storica Viadanese
www.societastoricaviadanese.it
Domenica 15 aprile 2012, ore 17.00 Auditorium “Lamberto Masseroni” presso Croce Verde Zona Oglio Po - via Giacomo Grazzi Soncini, 21 - VIADANA
Alberto Bazzoni scultore e il monumento ai caduti di Viadana
Interviene: Paolo Sacchini
ricercatore presso l’Università degli Studi di Parma
Alberto Bazzoni (Salsomaggiore Terme 1889 – Milano 1973) tra il 1908 e il 1913 frequenta l’accademia di Belle Arti di Parma. Partecipa alla prima Guerra mondiale e, in seguito, si stabilisce in città. Realizza monumenti pubblici tra cui la Fontana per la caserma di Reggio Emilia e i monumenti ai caduti di Viadana, Fidenza e Salsomaggiore. Nel 1926 si trasferisce a Milano dove prosegue la sua attività di scultore; influenzato dallo studio della statuaria romana, scolpisce la statua di Sant’Agostino per il Duomo e la tomba della moglie Bianca al Cimitero Monumentale. Dal 1936 è a Parigi dove rimane fino allo scoppio della seconda guerra mondiale producendo bronzi di piccole dimensioni per collezionisti privati. Dal 1946 al 1950 torna nella capitale francese e, in seguito, è di nuovo a Milano.