Viadana. Donne in piazza

OGGI - 8 marzo 2012 GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE DONNE
"DONNE DA SEMPRE LA CARTA VINCENTE DELL’ITALIA"
GIOVEDI’ 8 MARZO ORE 17.00 PIAZZA MANZONI VIADANA
COMUNE DI VIADANA ASSESSORATO ALLE PARI OPPORTUNITA’
Il comune di Viadana per la donna: 8 marzo 2012 piazza Manzoni ore 17.00, incontro amichevole di tutte le donne. E’ questo l’invito a:DONNA: DA SEMPRE LA CARTA VINCENTE D’ITALIA. Alla presenza del Sindaco, dell’assessore alle pari opportunità Dr.Ines Sartori e del Consigliere comunale Elda Manfredi che ha collaborato all’iniziativa, e del dirigente area Dr.Marcella Adinolfi, è stata presentato l’evento che si terrà giovedì 8 marzo in piazza Manzoni alle ore 17.00. L’incontro, spiega l’assessore sartori , ha la finalità di comunicare il messaggio che la donna è da sempre la carta vincente d’italia, una carta che però ancora nn è stata spesa bene, specialmente in questo momento di crisi si percepisce la necessità di migliorare e valorizzare il genere femminile.
”Più che festa della donna preferisco il termine “giornata della donna” spiega l’assessore, in quanto la festa rimanda all’allegria, alla spensieratezza ecc. mentre questa è una giornata in cui bisogna riflettere e valutare il perché del gap tra uomini e donne nei settori fondamentali: economico, politico,dell’istruzione e della salute. I dati che emergono dal Global Gender Gap Report mettono in evidenza come questo gap sia molto elevato in italia soprattutto in riferimento ai settori economico e politico.
Durante l’incontro sarà presentata la nuova Commissione “Pari opportunità” Il sindaco rimarca l’occasione per una riflessione sulle tematiche e sulla discriminazione sul lavoro delle donne e auspica un miglioramento in tal senso. L’amministazione comunle ha deciso di destinare il consueto importo per l’acquisto della mimosa per le dipendenti comunali ad un progetto relativo alla condizione femminile da proporre agli istituti scolastici. Si ringrazia per la collaborazione, disponibilità e sponsorizzazione la Pro-loco , “La Briciola” e “Progetto Fiore” senza i quali non si sarebbe potuto effettuare l’incontro.