Casalmaggiore - I militari italiani nei Balcani 1940-1945”.

Evento culturale d'eccezione a Casalmaggiore venerdì 25 maggio, alle ore 21.15, presso la sala dell'Auditorium Santa Croce. La prof. Elena Aga Rossi sarà presente per parlare del suo libro più recente, un monumentale volume di 660 pagine, scritto in collaborazione con Maria Teresa Giusti e pubblicato nel 2011 dalla prestigiosa casa editrice “il Mulino”: “Una guerra a parte. I militari italiani nei Balcani 1940-1945”.
Di famiglia nativa di Gussola presto trasferitasi altrove, Elena Aga Rossi è rimasta affettivamente legata alle sue terre d'origine, ma risiede da tempo a Roma, dove ha svolto tutta la sua attività scientifica.
Ella infatti ha insegnato in varie Università come professore ordinario di Storia contemporanea e presso la Scuola superiore della Pubblica Amministrazione ed è oggi nel suo campo una delle voci più autorevoli della storiografia italiana. Ha dedicato i suoi primi studi alla storia dei partiti politici, in particolare alla Democrazia Cristiana e al Partito d'Azione, per rivolgersi poi alle vicende dell'Italia durante il Secondo conflitto mondiale, in particolare nella sua fase finale, dallo sbarco degli Alleati in Sicilia nel luglio 1943, alla caduta di Mussolini, all'armistizio dell'8 settembre, con le tragiche conseguenze che ne derivarono per tutto l'esercito e il popolo italiano, fino al termine della guerra, quando, grazie all'avanzata degli Alleati e alla Resistenza, l'Italia potè avviare la sua rinascita democratica e repubblicana.
Sono questi i temi su cui da più di trenta anni Elena Aga Rossi conduce studi specialistici, che l'hanno portata a svolgere ricerche ad amplissimo raggio nei maggiori archivi italiani, americani, inglesi e dell'ex-Unione Sovietica e le hanno consentito di portare alla luce un ricchissimo patrimonio documentale inedito, realizzando, su temi estremamente discussi e controversi, spesso sottoposti a letture di parte o strumentali, studi che si distinguono per la loro originalità, il rigore scientifico e l'assenza di pregiudiziali ideologiche. Chi legge i suoi libri, viene infatti colpito innanzi tutto dall'onestà critica e intellettuale e dall'impegno etico e civile con cui sono condotti: si può consentire o dissentire, ma le sue tesi sono sempre sostenute da una vasta documentazione ed espresse con lo stile logico e argomentato di chi mira soprattutto a un reale progresso delle conoscenze.
Un tema da sempre al centro della ricerca storica dell'Aga Rossi è l'armistizio dell'8 settembre 1943, indagato non solo nei suoi tragici esiti, ma anche nella complessa trama di negoziati, ufficiali e segreti, che lo precedettero, per cui i numerosi testi ad esso dedicati (da ricordare specialmente “L'inganno reciproco. L'armistizio tra l'Italia e gli Angloamericani del settembre 1943”, edito dal  Ministero dei Beni Culturali nel 1993, e “Una nazione alla sbando. L'armistizio italiano del settembre 1943”, edito da “il Mulino”, 1993 e, in nuova edizione ampliata, 2003) affrontano l'argomento sul piano politico, militare e diplomatico e vengono a comporne il quadro più ampio e documentato  oggi reperibile.
Da esperta ricercatrice, Elena Aga Rossi sa bene che occorre andare oltre i dati più appariscenti e risaputi e scavare anche nelle pieghe della storia, portarne alla luce gli aspetti meno noti. Per questo in “Operazione Sunrise. La resa tedesca in Italia, 2 maggio1945” ha rivolto la sua attenzione, in collaborazione con Bradley F. Smith, alle  lunghe trattative svoltesi in Svizzera tra il Servizio segreto americano e il comandante delle SS in Italia Karl Wolff in un libro edito dapprima in inglese nel 1979 e poi tradotto in varie lingue (cinese compreso) e riedito da Mondadori nel 2005. Così, in collaborazione con Victor Zaslavsky, ha scritto un libro che è stato anche al centro di ampi dibattiti tra gli storici e nell'opinione pubblica: “Togliatti e Stalin. Il PCI e la politica estera staliniana negli archivi di Mosca”, pubblicato dal Mulino nel 1997 e poi ampliato nel 2007. La famosa “svolta di Salerno” del marzo 1944, con cui Togliatti, rientrato in Italia dall'esilio in URSS, convinse i risorti partiti antifascisti a formare con la monarchia e Badoglio un governo nazionale che avesse il compito primario di sconfiggere il nazifascismo, rinviando a dopo la vittoria la questione istituzionale, fu operata per una scelta autonoma di Togliatti o per suggerimento di Stalin, come Aga Rossi e Zaslavsky ritengono che emerga dagli archivi moscoviti? La discussione rimane tuttora aperta .
Il nuovo saggio che Elena Aga Rossi verrà  a presentare a Casalmaggiore si colloca quindi in una linea di continuità con tutta la sua opera precedente e la sviluppa affrontando temi nuovi con un vasto apparato di fonti inedite: la guerra dell'esercito fascista nei Balcani, la violenta azione repressiva svolta da esso nei territori occupati, l'8 settembre con i nostri militari abbandonati a se stessi, costretti a scegliere, ciascuno solo davanti alla propria coscienza, tra la resistenza e la resa: una minoranza accettò di continuare la guerra al servizio dei nazisti nella Repubblica Sociale di Mussolini, la gran parte o subirono la prigionia in Germania o passarono alla Resistenza iugoslava o, come a Cefalonia, scelsero di morire combattendo a viso aperto contro il nemico.
Pietro Craveri, recensendo il volume sul Domenicale del Sole-24 Ore, lo ha definito “un libro amaro e lacerante nella fredda ricostruzione storica dei fatti, di troppi terribili fatti. Va letto con lo stesso spirito con cui è stato scritto, la ricerca impietosa della verità”.

Bibliografia (parziale) delle opere della prof. Elena Aga Rossi

    •    E. Aga Rossi, Dal Partito popolare alla Democrazia cristiana, Bologna, Cappelli, 1969
    •    E. Aga Rossi, Il movimento repubblicano Giustizia e libertà e il Partito d’azione, Bologna, Cappelli, 1969
    •    E. Aga Rossi (e altri), Italia e Stati Uniti durante l’amministrazione Truman, Milano, Angeli, 1976
    •    E. Aga Rossi, Il rapporto Stevenson. Documenti sull’economia italiana e sulle direttive della politica Americana in Italia nel 1943-1944, Città di Castello, Carecas, 1979
    •    E. Aga Rossi (a cura di), Il piano Marshall e l’Europa, Roma, Istituto della Enciclopedia italiana, 1983
    •    E. Aga Rossi ( e altri), Resistenza e questione nazionale, Udine, Del Bianco, 1984
    •    E. Aga Rossi (a cura di), Gli Stati Uniti e le origini della guerra fredda, Bologna, Il Mulino, 1984
    •    E. Aga Rossi, L’Italia nella sconfitta: politica interna e situazione internazionale durante la seconda guerra mondiale (Introduzione di Renzo De Felice), Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1985
    •    E. Aga Rossi, L’inganno reciproco: l’armistizio tra l’Italia e gli anglo americani del settembre 1943, Roma, Ministero per i Beni Culturali, 1993
    •    E. Aga Rossi, Una nazione allo sbando: l’armistizio italiano del settembre 1943, Bologna, Il Mulino, 1993 (II ed. 1998; III ed. ampliata 2003)
    •    E. Aga Rossi, La politica estera e l’Impero, in G. Sabbatucci e V. Vidotto (a cura di), Storia d’Italia. 4 Guerre e fascismo, Roma-Bari, Laterza, 1997
    •    E. Aga Rossi – G. Quagliarello (a cura di), L’altra faccia della luna. I rapporti tra PCI, PCF e Unione Sovietica, Bologna, Il Mulino, 1997
    •    E. Aga Rossi – V. Zaslavsky, Togliatti e Stalin: il PCI e la politica estera staliniana negli archivi di Mosca, Bologna, Il Mulino, 1997 (II ed. ampliata 2007)
    •    E. Aga Rossi – Bradley F. Smith, Operation Sunrise: la resa tedesca in Italia: 2 maggio 1945, Milano, Mondadori, 2005
    •    E. Aga Rossi - M. T. Giusti, Una guerra a parte: i militari italiani nei Balcani 1940-1945, Bologna, Il Mulino, 2011