GAL Oglio Po terre d’acqua, progetto Akropolis

Akropolis: il territorio si racconta
Venerdì 4 maggio presso la sede del GAL Oglio Po terre d’acqua la Strada del Gusto Cremonese e l’Associazione terre d’acqua hanno presentato il progetto “Akropolis: il territorio si racconta”. Sono intervenuti il Presidente del GAL Oglio Po terre d’acqua Giuseppe Torchio, il Presidente della Strada del Gusto Federico Lena, il Presidente dell’Associazione terre d’acqua Daniele Bottoli e i rappresentanti dei Comuni di San Giovanni in Croce, Marcaria e Scandolara Ravara, partner di progetto. Gli intervenuti hanno ringraziato il GAL Oglio Po terre d’acqua che si è reso promotore di una iniziativa così ricca e al tempo stesso complessa, confermandosi quale agenzia di sviluppo del tessuto locale.
L'associazione Terre d'Acqua in partenariato con la Strada del Gusto Cremonese, con il sostegno dei Distretti culturali di Cremona e Mantova e con il finanziamento di Fondazione Cariplo e del PSL 2007-2013 del GAL Oglio Po terre d’acqua, realizza e promuove il progetto “Akropolis: il territorio si racconta”. Il progetto è un contenitore ricco e variegato per le molteplici iniziative e si articola su due rassegne: “La musica di terre d'acqua” e “La tavola del territorio”. La prima, di carattere musicale, è una rassegna concertistica che si terrà presso luoghi sacri, teatri e piazze nei comuni di Sabbioneta, Piadena, Rivarolo Mantovano, Castelponzone di Scandolara Ravara, San Giovanni in Croce, Casatico di Marcaria, Casalmaggiore, Cella Dati, Commessaggio e Rivarolo del Re. La seconda rassegna, di carattere enogastronomico inizierà il 5 maggio e si concluderà il 16 settembre, proponendo una ricca valorizzazione delle eccellenze territoriali. “La tavola del territorio” porterà sul territorio degustazioni guidate a tema, laboratori didattici di cucina, eventi connessi alla valorizzazione dei prodotti tipici e delle tradizioni locali. Le suddette iniziative, insieme ai menù a tema presso la ristorazione locale e gli agriturismi, si inseriranno a completamento delle visite guidate presso il territorio. L’intervento così strutturato prevede il coinvolgimento delle amministrazioni comunali, delle associazioni locali che contribuiscono all’organizzazione operativa delle manifestazioni, degli operatori economici e di professionalità adeguate presenti sul territorio (esperti enogastronomici, guide turistiche, direttori artistici, artisti).


In particolare, saranno coinvolte le seguenti realtà:


5 e 6 maggio, I Sapori della Bassa, San Giovanni in Croce; 12 maggio, Nella terra dei Gonzaga, Commessaggio; 19 e 20 maggio, Festa del Lambrusco, Viadana; 22 maggio, Gusti e cultura ai tempi del Platina, Piadena; 3 giugno, Auto e Sapori, Rivarolo Mantovano; 23 e 24 giugno, Festa del Melone, Viadana; 5 luglio, Giovedì d'estate, Casalmaggiore;14 e 15 – 21- 22, Sagra di Luglio, Castelponzone di Scandolara Ravara; 28 e 29 Festa del Melone, Casteldidone; 7 settembre, La notte bianca, Sabbioneta; 8 e 9 settembre, Zafferanone, Viadana; 15 e 16, Prodotti Tipici a Corte, Marcaria.


La filosofia del progetto Akropolis

Il progetto che si svolgerà da maggio a settembre coinvolgendo circa 20 comuni del territorio tra Cremona e Mantova con iniziative culturali, musicali ed enogastronomiche intende interessare la popolazione locale e costituire un elemento di attrazione turistica, facilmente replicabile anche in epoche successive. In questo modo il progetto Akropolis intende rispondere alla sempre più diffusa attenzione rivolta dal consumatore alle emergenze ambientali ed alle specificità antropologiche dei territori a prevalente carattere rurale, ricchi di eccellenze artistico ambientali e storico culturali.Sono infatti un geroglifico di terre ed acqua questi ambienti fluviali della bassa Lombardia, ricchi di tesori nascosti che si rivelano solo grazie ad una attenta ricerca. E' necessario ricercare attentamente i numerosi indizi del gusto, inteso in ogni senso, celati nelle pieghe di un territorio che nel lontano Settecento Goethe ammirava come uno dei più verdi e affascinanti d'Europa. Indizi di gusto, si badi bene, ampliati a tutto campo perché è sempre il gusto che permette di ammirare le bellezze e le emergenze naturalistiche, le pregevoli architetture di chiese, palazzi, cascine, castelli e fortificazioni antiche, di percepire il fascino segreto degli innumerevoli centri urbani, ed i più intimi sapori dei prodotti tipici e delle cucine locali. Per questo Akropolis, si colloca, come indica il suo etimo, al di sopra del territorio, per osservarlo dall'alto nella sua armonica completezza, in modo da individuarne gli aspetti unificanti, i caratteri unitari per poter rendere un'immagine nitida e immediatamente percepibile dal turista sapiente che ricerca spicchi di storia e ambiente, di culture e antropologie in grado di suscitare forti emozioni. Akropolis costituisce una iniziativa strumentale, non fine a sé stessa, ma vuole essere anche una indicazione di metodi e procedimenti, di significati e reperti utili alla promozione complessiva dell'intero territorio. Una finalità coerente con le tendenze emergenti nell'ambito dell'Unione Europea che predilige le promozioni di area vasta. Chi come questo territorio possiede tesori invidiati da tutti, deve adottare strumenti che consentano una proposta turistica, ma anche economica e commerciale integrata, valida ad esprimere i suoi caratteri forti.