Mantova. Il Greenpallet di Palm tra teatro e design

Venerdì 4 maggio a Mantova presso la Camera di Commercio, Convegno Le Cooperative costruiscono un mondo migliore, promosso per celebrare l’Anno Internazionale delle Cooperative in stretto raccordo con Regione Lombardia, Confcooperative, Legacoop, Unioncamere Lombardia, Provincia di Mantova, Comune di Mantova, Fondazione Università di Mantova e con altre organizzazioni del settore.
 Azione performativa WECOOPERATIVE, a cura del Consorzio PANTACON
4 maggio 2012 ore 17.30-20

La performance di lancio dell’anno della Cooperazione è così strutturata:
un percorso itinerante in alcuni punti strategici del centro storico di Mantova, nei quali performers (riconoscibili dalle tute rosse giallo arancio che rimandano al logo dell’anno internazionale della cooperazione), costruiranno insieme cubi colorati dai quali appariranno slogan tematici della giornata, basati sui concetti di mutualità, cooperazione, fare impresa. Una delle tappe previste (lungoRio) sarà dedicata al fare insieme, in un’ottica di cooperazione e di partecipazione attiva: un gruppo di perfomers della cooperativa Partinverse coinvolgerà il pubblico dei passanti nella creazione di arredi, oggetti, installazioni artistiche utilizzando 100 Greenpallet colorati di rosso, messi a disposizione dalla Cooperativa sociale onlus Palm Work&Project di Viadana. L’iniziativa risveglia la creatività e la manualità delle persone con un occhio di riguardo anche verso l’ambiente e vuole fare riflettere sul fatto che ogni consumatore ogni anno è come se acquistasse 4 pallet, perché paga il pallet insieme al prezzo del prodotto che acquista, ma spesso non ha la sua completa tracciabilità e non sa che involontariamente contribuisce ad alimentare un commercio illegale che danneggia non solo l’economia Italiana ma anche la sua salute se i pallet sono contaminati.Il concetto della cooperazione si sposa quindi con  criteri di sostenibilità ambientale sociale ed economica: i Greenpallet contribuiscono infatti ad una gestione legale e sostenibile delle foreste e garantiscono quindi la qualità e l’inesauribilità della risorsa acqua. Per questo non sono semplici pallet ma strumenti a favore della sostenibilità che avvicinano chi produce e chi consuma in modo responsabile. Hanno il riconoscimento di oltre quattro milioni di consumatori perché realizzati nel rispetto dei principi etici dei lavoratori e dell’ambiente.
L’obiettivo sarà quindi il coinvolgimento delle persone attraverso il tema della cooperazione e dell’etica del vivere.

Gli spazi della città in cui avvengono le performance saranno appositamente segnalati con l’ausilio di roller (con simboli, loghi e altri segni riconducibili espressamente alla manifestazione).
Si è pensato di coinvolgere attivamente il pubblico trasformandolo da semplice e passivo spettatore a promotore attivo dell’anno della cooperazione
In questo modo si realizzerà l’obiettivo di portare “l’Anno della Cooperazione” nella città, nelle vie e nelle piazze, coinvolgendo gli spazi urbani ed il cittadino comune, per comunicare i valori positivi del modello cooperativo.

Il pubblico raggiungerà infine  la Loggia del Grano, presso la quale sarà allestita l’installazione multimediale finale, con interazione di musica e proiezioni video, supportata da schermi e allestimenti scenografici, e coadiuvata dall’azione performativa di attori che attraverso azioni teatralizzate, coinvolgeranno il pubblico nel rinfresco finale.
I performer emozioneranno il pubblico attraverso azioni teatrali volte a promuovere i valori della cooperazione, il programma dell’iniziativa, e il binomio partecipazione = cooperazione, all’insegna di uno spirito ludico e conviviale, nella stuzzicante idea di presentare al pubblico un vero proprio “assaggio di cooperazione”.