Terremoto, continua lo sciame sismico

torre di Finale Emilia
Una scossa di magnitudo 6 ha fatto tremare alle 4.04 il Nord Italia, seminando morte e distruzione. L'Emilia-Romagna la regione più colpita, dove si registrano sette vittime, una cinquantina di feriti lievi e ingenti danni a chiese ed edifici storici. Finale Emilia, nel Modenese, e Sant'Agostino nel Ferrarese, i centri più colpiti. È stata una scossa di magnitudo 6, forte quasi quanto quella che il 6 aprile 2009 ha distrutto l'Aquila, con epicentro 36 chilometri a nord di Bologna, tra le province di Modena e Ferrara. La scossa è stata registrata dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 4,04, seguita da due repliche di intensità minore.