Terremoto, Grave situazione nel reggiano

Nel reggiano aumentano il numero di sfollati e la conta dei danni
mercoledì 30 maggio 2012
Siamo già oltre il migliaio, di cui 550 solo a Reggiolo. La Masini: "Positivi i provvedimenti adottati dal governo"

REGGIO EMILIA - E' chiaramente destinato a salire il numero di sfollati nel reggiano a causa dell seconda ondata di scosse che ha messo in ginocchio il modenese danneggiando anche le province limitrofe.
Attualmente, volontari e Protezione civile hanno a che fare con oltre un migliaio di senza tetto, di cui 550 a Reggiolo e almeno 200 a Rolo, i due comuni più colpiti della nostra Bassa. E mentre dalla riunione del Consiglio dei ministri di ieri è emerso che lo stato di emergenza è stato esteso a tutta la provincia di Reggio Emilia, si è anche deciso di destinare 2.5 miliardi di euro per i danni creati dal terremoto a cui se ne aggiungeranno altri 500 milioni dovuti alle nuove accise sui carburanti, portando così il totale a 3 miliardi.
La situazione, nei comuni reggiani come più o meno in tutta la zona colpita, continua tuttavia a peggiorare. A Correggio è stata fatto evacuare viale Cottafavi per un palazzo che minaccia di crollare: 38 famiglie hanno passato la notte in strada; il centro di Reggiolo resta zona "rossa", a Guastalla peggiora il bilancio dei danni agli edifici; a Brescello lesioni importanti alla chiesa di don Camillo, crepe rilevanti sono presenti all'interno del salone dei Giganti a palazzo Bentivoglio a Gualtieri mentre a Rio Saliceto è caccia al pane.