Viadana. Ex assessore difende il porta a porta


Le foto rappresentano un passato che non deve tornare.
Intervengo come ex assessore al decentramento essendomi occupato per molto tempo del problema raccolta rifiuti, anche nel periodo di governo della Lega come consigliere di minoranza, dove denunciai la scadenza dei servizio e il caro tassa 30% (in più rispetto ai comuni confinanti). Oggi abbiamo un meno 10%, perciò un differenziale di 40 punti rispetto a quella situazione.
Sostenni nella campagna amministrativa del 2001 che saremmo stati in grado di migliorare il  servizio e di diminuire la differenza di costo rispetto agli altri Comuni. Obbiettivo raggiunto sia in termini di qualità e di prezzo, malgrado i  continui tentativi del Consigliere Bottari di fare la PUNTA AGLI Spilli,

mettendo in dubbio i risultati.
Sono stato un sostenitore del porta a porta dopo l'esperienza e la riorganizzazione del servizio con i cassonetti nel territorio Comunale che malgrado gli sforzi, non è stato possibile superare un 50% di differenziata. Questo modello a cassonetti ha il difetto che sono incustoditi ed è sufficiente un 5% di popolazione che non osserva le disposizioni date, per annullare l'impegno dei Cittadini responsabili.
Il servizio Porta a Porta è un modello organizzativo semplice, che responsabilizza al cento per cento i produttori di rifiuti che siamo noi (non avviene il ritiro) se non siamo stati bravi a separare, e  il vantaggio che in caso di conflitto sindacale con interruzione di servizio ognuno di noi tiene i propri rifiuti di cui è proprietario fino alla consegna nella propria proprietà.
Questo modello di raccolta è adottato a Vienna, a Berlino, a Parigi, a Cracovia e in tutte le capitali del mondo moderno, si è dimostrato il più efficace per recuperare i materiali da riutilizzare e a non creare ulteriori danni al Pianeta Terra e  permetterà anche ai paesi in via di sviluppo di avere risorse disponibili per il proprio futuro.

Cerchiamo di non fare come i Gamberi nel Po che cercano disperatamente di risalire là corrente
per tornare indietro, a trovare il passato.

Con Cordialità Saluti
Bellini Dino