Viadana. Indagine ambientale: Risultati senza allarmismi

Presentazione multimediale dell'indagine ieri sera al Muvi
"Le aziende hanno rispettato le normative ma in futuro meglio colle senza  formaldeide"
Davanti a un folto pubblico il sindaco di Viadana G. Penazzi ha presentato ieri nella sala Saviola al Muvi la fase 2 dell'indagine ambientale di cui si è tanto parlato nei giorni scorsi dicendo che ad essa verrà data ampia e piena pubblicazione nel massimo della trasparenza precisando: "...Abbiamo co-finanziato la ricerca perché il nostro scopo è prima di tutto la salute dei cittadini" . Questi i titoli della Gazzetta (la Provincia non ha ancora pubblicato il suo report): "L'asl conferma il nesso tra industria e malattie - Presentati i risultati della ricerca condotta con l'Università di Verona: I bimbi che vivono vicino alle industrie del pannello sono più a rischio." (cit. Gazzetta di Mantova 25 maggio 2012, pag. 28) In centro pagina un trafiletto evidenziato dice che "Le aziende hanno collaborato". Citando una nota azienda del viadanese del pannello si dice che essa ha di recente effettuato campagne di monitoraggio e studio in collaborazione con i laboratori Cnr: gli esperti hanno certificato il rispetto delle normative. L'articolo della Gazzetta precisa ancora che: "Le concentrazioni di inquinanti misurate sono risultate basse rispetto agli standard [...] e in linea con le norme di legge." Tuttavia gli esperti hanno per il futuro caldamente consigliato una svolta suggerita nelle indicazioni di Asl e Arpa ovvero "abbattimento delle emissioni inquinanti in atmosfera, contenimento dell'incenerimento di rifiuti legnosi e investimenti tecnologici per la ricerca in colle prive di formaldeide e infine favorire il trasporto merci su rotaia". Il quotidiano si prodiga anche nel precisare che il presunto danno genotossico sarebbe solo un "campanello d'allarme indicatore dell'esposizione" non presenza "di malattia in corso o in arrivo".

Avvertiamo che il nostro giornale - su questo delicato argomento - pubblicherà solo ed esclusivamente le carte ufficiali e/o le sintesi e/o le citazioni degli articoli pubblicati dalla stampa. Di conseguenza NON SARANNO PUBBLICATE  lettere di cittadini e/o associazioni e/o partiti a ameno che non siano già state pubblicate si altri organi di stampa quotidiana.