Viadana sfiorata dal disastro. Reggiolo e Guastalla più colpite

Tra I più colpiti il Comune di Reggiolo, con tre chiese chiuse, Palazzo Sartoretti lesionato e la casa protetta parzialmente evacuata (i pazienti sono stati trasferiti in una parte della struttura agibile).
A Guastalla calcinacci caduti in una chiesa con calcinacci e lesioni evidenti nel Palazzo comunale, in particolare nella Sala del Consiglio. Chiuse anche le chiese principali di Gualtieri e di San Martino in Rio, che oggi doveva ospitare la funzione della cresima (si terrà in palestra). Aggravamento delle crepe già esistenti nella chiese di Santa Maria a Correggio e in quella di San Giorgio a Luzzara. Alle 11.30 di ieri mattina l'Istituto nazionale di geofisica ha già registrato oltre 40 scosse di assestamento dopo quella principale delle 4, le più forti delle quali alle 5.03 (magnitudo 4.9 ) e alle 11.12 (4.2).