Rassegna stampa 5 giugno 2012

PROVINCIA
Funerali del prete morto per salvare la statua della Modonna
La provincia dedica metà della pagina dell'Oglio-Po/Viadana ai funerali di don Ivan Martini, anni 65, il prete divenuto famoso in quanto si è narrato fosse deceduto sotto il sisma per portare in salvo una statua della Madonna. Ma in paese dicono che questa sia una leggenda urbana e che il prete stesse solo controllando i danni. Il sacerdote cremonese è stato vicario tra gli anni 70/80 a Vicobellignano e Gazzuolo.
Scuole finite in quasi tutto l'Oglio Po causa terremoto
Il giornale dice che da Viadana, Dosolo e Sabbioneta i sindaci hanno decretato lo stop alle scuole di ogni ordine e grado fino a data da destinarsi. I motivi sono talmente evidenti che non occorre nemmeno descriverli, la colpa è del terremoto. Mancando pochi giorni alla fine dell'anno, alla luce del perdurare dei fenomeni sismici che non consentono - a causa del loro incalzare e di una cadenza settimanale (se non giornaliera) - verifiche aggiornate alle strutture scolastiche i primi cittadini dell'Oglio Po hanno deciso in via precauzionale di chiudere gli istituti scolastici fino a data da destinarsi. Per quanto riguarda gli esami qualcuno ha proposto di tenerli in una tenso-struttura.
GAZZETTA
Rivarolo M. - Arresti per droga
La gazzetta dedica ampio spazio ad una notizia di cronaca riguardante un caso di droga che vede coinvolte tre persone di nazionalità indiana che spacciavano droga pesante.
Sabbioneta - Guai alla pro-loco
Il giornale dice che alla prossima assemblea dei soci del sodalizio che si dedica alla promozione della Piccola Atene si deciderà forse di andare a nuove elezioni ed in ogni caso la situazione è descritta come molto tesa.
Viadana - Problemi cimiteri frazioni nord
Un articolo narra delle vicende delle sepolture nei cimiteri delle frazioni Nord dove problemi d'innalzamento della falda acquifera impedirebbero una corretta sepoltura secondo le norme della pietà dei defunti e dell'igiene. C. Baracca consigliere delegato per le frazioni Nord dice: "Stiamo aspettando l'asl".