Regione. Legge anti nutrie

Equipara le nutrie alle specie come talpe e ratti che non sono tutelate

Agricoltura. Approvato oggi in commissione il progetto di legge anti nutrie
Bottari: “Accolte le istanze presentate dal mondo agricolo e dagli Enti Locali”
 Oggi la VIII commissione agricoltura ha approvato all’unanimità il Progetto di Legge al Parlamento, presentato dal consigliere regionale della Lega Nord Claudio Bottari, che ha come obiettivo l’eradicazione delle nutrie dal territorio.

 “Esprimo grande soddisfazione – afferma Bottari – per l’avvenuta approvazione in VIII Commissione del PLP per contrastare la presenza delle nutrie. La votazione odierna rappresenta, di fatto, l’accoglimento delle numerose istanze presentate dagli agricoltori e dagli Enti Locali.
La normativa licenziata oggi dalla Commissione Agricoltura equipara le nutrie alle specie come talpe e ratti che non sono tutelate dalla 157/1992 sulla protezione della fauna selvatica. Si prevede poi che le Regioni possano pianificare il controllo numerico delle nutrie, impiegando metodi selettivi e in collaborazione con le Province.”
“Bisogna ribadire che il problema delle nutrie – continua Bottari – è ormai un’emergenza da affrontare con ogni mezzo possibile. La proliferazione di questo mammifero roditore è causa di squilibri ecologici e di danni gravissimi alle colture agricole, oltre a rappresentare un problema per la pubblica incolumità di ciclisti e automobilisti. Inoltre può costituire il serbatoio per la diffusione di differenti patologie, la più pericolosa delle quali è la leptospirosi.
Mi auguro pertanto che il nostro progetto di legge sia presto approvato dal Consiglio Regionale, affinchè lo si possa inoltrare al Parlamento per una sua rapida conversione in legge.”