Sisma Mantova BOTTARI: "Accolti odg della Lega Nord"

La seduta del consiglio regionale del 19 u.s. è stata un segnale importante di sensibilità verso il nostro territorio colpito dal sisma. Oltre ai provvedimenti già annunciati, tra i quali lo stanziamento di decine di milioni di euro da parte della Regione Lombardia, significativo il fatto che il consiglio abbia votato tutte le mozioni della Lega Nord con la richiesta di intervenire presso Abi per la sospensiva delle rate dei mutui (primi firmatari Boni e Bottari), la richiesta dell'esenzione dal pagamento dell'Imu per le persone che hanno deciso di ospitare i terremotati nelle seconde case (Bossetti-Boni-Bottari), e la la mozione firmata Bottari-Boni
per istituire una «no tax area», una zona franca per i Comuni in provincia di Mantova colpiti dal sisma. Peccato che quest’ultima proposta, concorda con i gruppi consiliari leghisti dell’Emilia –Romagna e del Veneto, non abbia visto il voto favorevole della sinistra. Una chiusura incomprensibile, quando il sottoscritto, accogliendo l’accorato appello del sindaco di Quingentole Manicardi e del Consorzio Comuni Destra Secchia per una “sinergica trasversalità”, ha approntato quale primo firmatario e insieme ai colleghi mantovani di ogni colore politico un ordine del giorno. Questo documento, poi votato all’unanimità, recepisce tutte le istanze proposte dal presidente provinciale Pastacci, illustrate durante la riunione preconsiliare. Un’occasione persa per dare un segnale propositivo di unanimità e soprattutto per dare forza ad una proposta, la zona franca, volta alla rinascita economica e veloce delle zone più colpite dal sisma. Claudio Bottari
Consigliere regionale Lega Nord