Viadana. "La Bedoli perde la destinazione culturale"

COMUNICATO SULLA GALLERIA BEDOLI
La Giunta Comunale (con delibera n.105 del 28/5/12) taglia i servizi e aumenta le tasse per problemi di bilancio ma per ristrutturare l'Ex Galleria Bedoli i soldi li trova.
90.000 euro di denaro pubblico, di cui ca. 19.000 euro a carico del Comune a cui vanno aggiunti i ca. 40.000 euro di mancati affitti sottratti alle famiglie in difficoltà per spostare uffici  comunali (URP) appena fatti e occupando uno dei pochi ampi spazi nel cuore del centro storico a dimostrazione di quanto tengono al suo rilancio commerciale e culturale.
Una decisione unanime nonostante la contrarietà espressa da più parti, compreso dagli stessi referenti locali dell'UDC evidentemente bravi a parlare nei corridoi ma meno coerenti quando si tratta di decidere per il meglio per la città.

E tutto ciò disattendendo la delibera consiliare del 14/03/2011 n. 32,  presentata dall'allora capogruppo Tipaldi (oggi assessore), che impegnava il Sindaco Penazzi (lo stesso di oggi) a "prevedere ed incentivare la destinazione dei locali ad attività culturali..." suggerendo attività come libreria, galleria d’arte, promozione prodotti biologici e naturali anche con licenza di somministrazione e degustazione.
Delibera ampiamente disattesa (come tante altre purtroppo) seppur allora votata all'unanimità da tutti i  consiglieri tra cui ritroviamo Anzola (promosso Vice-Sindaco), Penazzi (tuttora Sindaco), Federici  e Sartori (nuovi assessori), Zanazzi (nuovo capogruppo Pd) e Perteghella (ancora consigliere) alla presenza del virtuoso Assessore Saccani (riconfermato).
Un bell'esempio di democrazia diretta, di grande rispetto per il ruolo istituzionale del Consiglio Comunale e soprattutto di coerenza per chi, dopo aver chiesto voti promettendo continuità ed innovazione, non fa né l'uno né l'altro. 
Lista Civica Portanuova
Viadana