"Il Comune di Viadana fa la sua parte"

La Lista Penazzi risponde a Pino Baruffaldi, sindaco di Pomponesco, che nei giorni scorsi aveva sollecitato una maggiore impegno degli amministratori dell’area Oglio Po mantovano in difesa del proprio territorio e dei servizi essenziali. 
«Il Comune di Viadana è sempre stato un protagonista principale e si è sempre mosso per tempo, spesso trainando gli altri Comuni della nostra zona e sostenendo economicamente servizi che vengono utilizzati da tutti, anche da chi non è viadanese», sostengono Attilio Scalari e Salvatore Villirillo, rispettivamente coordinatore e Consigliere comunale della Lista Penazzi. «Per esempio, i Vigili del Fuoco: Viadana ha pagato di tasca propria l’acquisto dell’autobotte (380mila euro) e ogni anno spende 50mila euro per l’affitto delle sede. E` il nostro Comune a ospitare a proprie spese la struttura del Consorzio Servizi alla Persona e, a canoni di estremo favore, il CPS (Centro Psicosociale), servizi essenziali per il territorio. Non va dimenticato che l’Amministrazione comunale di Viadana ha più volte proposto a Pomponesco di collaborare per ottenere servizi migliori con minori spese (gestione dell’acquedotto, dei cimiteri, della manutenzione stradale), ma purtroppo queste proposte sono sempre state rifiutate. Speriamo che la nuova amministrazione di Pomponesco, così come ha dichiarato il sindaco Baruffaldi, voglia ora lavorare a stretto contatto con tutti i Comuni della zona, per portare avanti un’azione comune in difesa dell’Ospedale Oglio Po, dell’Agenzia delle Entrate, degli uffici postali delle frazioni, dei Vigili del Fuoco. Viadana non si tirerà indietro, sarà come sempre in prima fila».
Attilio Scalari
Salvatore Villirillo