Ospedale Oglio Po: A Cremona le analisi

Il sindaco Penazzi
Penazzi non ci sta e convoca tutte le forze politiche viadanesi
A nulla è valsa la troika composta da sindaci, assessori e deputati per fermare quella che sembra una emorragia di servizi ai danni dell'Ospedale Oglio Po di Vicomoscano a causa della necessità di ottimizzazione dei servizi sanitari. Al tavolo come controparte avevano la direzione generale dell'azienda ospedaliera di Cremona al completo con Simona Mariani che ha difeso la decisione di spostare il laboratorio di analisi da Vicomoscano a Cremona nonostante - a parole - si ribadisca l'importanza insostituibile dell'ospedale Oglio-Po. I sindaci, Silla e Penazzi coadiuvati dagli On. Pizzetti (Pd) e Boldrini (pensionati) e dai consiglieri regionali Bottari e Pavesi hanno esposto all'azienda ospedaliera di Cremona il loro dissenso a qualunque depauperamento dell'ospedale di Vicomoscano ma a nulla - a quanto si apprende - sono valse le loro perorazioni dal momento che l'azienda cremonese sembra decisa a proseguire inesorabile sulla strada degli accorpamenti. Tra i più vigorosi nel dissenso il sindaco di Penazzi che ha convocato tutte le forze politiche viadanesi per stendere un documento comune da approvare in consiglio comunale da formalizzare come un atto concreto.