Pdl Viadana sul laboratorio dell'Oglio-Po

Il problema della sanità è un argomento di attualità nazionale dove il governo sta imponendo tagli e chiusure di strutture ospedaliere. L’UDC e il PD, sostenitori a oltranza dell’attuale governo, non possono quindi dare conforto ad una azione politica nazionale e poi a livello locale contrapporsi a tali situazioni per motivi di pure interesse elettorale. La politica deve cambiare, il momento è difficile per tutti come per noi. E’ comunque doveroso anche da parte nostra tutelare il territorio e se è vero che i numeri detti sono discordanti, probabilmente è perché nelle sue generalità il progetto è poco chiaro in quanto, rispetto al minimo vantaggio economico, si generano disservizi per gli utenti dell’ospedale e per i dipendenti stessi. Il disservizio sanitario potrebbe consistere nell’eventuale ritardo della consegna dei referti che ricadano sull’efficienza di risposta alla cura della persona. Nessuno è contro ad eventuali studi di riorganizzazione, come in questo caso, però è opportuno distribuire in maniera ottimale l’esecuzione degli esami di laboratorio tra i due presidi (oglio po e Cremona): si otterrebbe il risultato di ottimizzare i costi ed evitare lo spostamento del personale tecnico. Mantenere all’interno del presidio locale il servizio di laboratorio significa inoltre garantire professionalità ed efficienza all’intera struttura. Condividiamo le affermazioni da parte del Direttore generale sulla strategicità dell’ospedale oglio-po e proprio per questo crediamo in questa struttura e nel suo futuro.
Christian MANFREDI
Claudio FORMICI
PDL VIADANA