Viadana. Zanazzi PD su Oglio Po risposta a Lega e PDL

Difendere i servizi del Presidio Ospedaliero Oglio-Po e quindi individuare e denunciare  precise responsabilità di chi si rende protagonista di queste azioni non significa fare speculazione politica.
 Significa avere il coraggio di contrastare questa riorganizzazione ospedaliera che deriva da scelte politiche sanitarie Regionali.
Apprezzo la volontà costruttiva del Consigliere Manfredi come condivido la necessità di una analisi tecnico-scientifica della questione per intervenire anche nel merito particolare della questione.

Rimango però tuttavia convinto che occorra dare segnali forti anche alla politica, ognuno per la propria parte. Ben venga l’adesione della PDL e della Lega a tutte le battaglie che l’Amministrazione metterà in campo, però si rende necessario a mio avviso un forte segnale di dissenso verso gli stessi referenti politici regionali della PDL e della Lega.
Troppo comodo dissentire a Viadana e non dire nulla a Milano.
Troppo comodo tacere sulle responsabilità  amministrative delle forze politiche che governano la regione in materia di sanità, e fra queste la recente inchiesta che vede coinvolto il Presidente Formigoni indagato per corruzione.
Bene l’ordine del giorno unitario e trasversale condiviso che verrà approvato in Consiglio Comunale, ma ancor più forte e determinato, dopo questo atto istituzionale, dovrà essere l’impegno rivolto al coinvolgimento di tutti i sindaci del territorio nonché ai medici di base per costruire insieme azioni efficaci mirate  a contrastare queste azioni di indebolimento se non di affossamento della nostra struttura Ospedaliera.
    Viadana li, 26/7/2012
   PAOLO ZANAZZI

Capogruppo PD - Viadana