I disagi sulla linea Viadana/Parma non vanno in vacanza


di Giuliana Cerabona Agosto, come del resto tutti i mesi precedenti di questo 2012, registra ancora disagi per i passeggeri della linea Viadana-Brescello-Parma. Come è ormai tristemente noto non passa settimana senza segnalazioni di ritardi cancellazioni o soppressioni dei treni Fer. L’ultima disavventura segnalata risale a venerdì 3 agosto, quando, senza preavviso alcuno e senza nessuna forma di comunicazione ufficiale viene cancellato il trenino per Parma delle ore 17.53. L’attesa per il treno dopo è di un’ora, la stazione di Brescello è transennata per pericolo crolli, non esiste una sala d’aspetto, né tanto meno un bar nelle vicinanze della stazione, bisogna aspettare in piedi al sole sui binari, senza acqua e servizi igienici.
Più e più volte durante l’arco dell’anno è stato fatto presente all’amministrazione il problema dei collegamenti per Parma che hanno subito innumerevoli variazioni che non hanno però mai portato ai miglioramenti del servizio tanto auspicati. Il vice sindaco Dario Anzola si è più volte occupato personalmente del problema invitando i viaggiatori a segnalare i problemi, ma a quanto pare a nulla è servito l’impegno da parte di pendolari e amministrazione. Non esiste nessuna forma di tutela per chi sceglie di muoversi da Viadana a Parma con i mezzi pubblici e non esiste una comunicazione ufficiale ed efficiente per conoscere gli orari, i ritardi o i cambiamenti della linea. Sicuramente i disagi continueranno per tutto il mese di agosto e siamo certi che poco o niente cambierà con la riapertura delle scuole a settembre.
Giuliana Cerabona