Viadana. Pirati entrano in auto ai giardini seminando il panico

i giardini durante i lavori di ristrutturazione
Un uomo di 31 anni presumibilmente ubriaco accompagnato da un compare - entrambi di nazionalità moldava - hanno seminato il panico ai giardini domenica sera entrando nel parco cittadino in automobile. Entrati dall'apertura del monumento, i due a bordo di una audi a4, si sono lasciati andare a pericolose manovre nella zona interdetta perfino alle biciclette in quel momento - le ore 23 circa - frequentato ancora da famiglie ed anziani nonché numerosi ragazzi nel chiosco bar. I gestori del locale hanno immediatamente chiamato le forze dell'ordine - riferisce la gazzetta - che però "la pattuglia più vicina si trovava a San Matteo" così i due moldavi hanno potuto seminare il panico per diversi minuti investendo muretti e facendo pericolose manovre tra la gente. I gestori e alcuni cittadini presenti hanno tentato di frapporre ostacoli spostando panettoni di cemento sulla viottola per chiudere la strada ai due scriteriati fino al sopraggiungere delle forze dell'ordine - ma gli ubriachi ormai privi del minimo discernimento -  li hanno investiti rovinando la macchina ma riuscendo a farsi largo e fuggire. Non Paghi si sarebbero diretti a Pomponesco dove avrebbero anche qui emulato le gesta precedenti se non ché sono stati intercettati dalle forze dell'ordine che hanno loro sequestrato il mezzo dopo che si erano rifiutati di sottoporsi al test dell'alcol. Ora si contano i danni ai giardini per fortuna nessuno si è ferito ma la faccenda ha avuto del grottesco.