Viadana. "Stu ruolo di traino per le imprese"

L’appello pubblico del presidente Perteghella al Comune per un più coraggioso sostegno alla STU mette in evidenza un’altra anomalia di questa maggioranza.
La STU, società di proprietà del Comune di Viadana, oltre a soffrire della crisi edilizia, deve anche subire la concorrenza “interna” con la messa in vendita diretta da parte del comune di aree pubbliche a prezzi inferiori a quelli proposti per i suoi lotti.
Una contraddizione che è stata oggetto di critiche da parte di Portanuova in sede di approvazione del Bilancio e, come sempre, respinta al mittente da tutta la maggioranza senza distinzione del presidente Perteghella, preferendo in quell’occasione tollerare le scelte errate della propria giunta anziché difendere la società che presiede.

Arrivati a questo punto, la sensazione è che la STU, fortemente voluta dalla precedente maggioranza PD-Portanuova per livellare i prezzi delle aree pubbliche evitando possibili speculazioni e favoritismi, rientri in un progetto di soppressione per far ritornare tutto alla diretta gestione dell’Ufficio Tecnico, magari con la solita motivazione dei costi da contenere.
Noi, per coerenza, raccogliamo l’appello di Perteghella e sosteniamo l’idea di una STU potenziata che si faccia carico della vendita, non solo di tutte le aree produttive pubbliche, ma anche di quelle residenziali e degli immobili di proprietà comunale, all’interno di un progetto che indichi la STU come vero braccio operativo indipendente e trasparente controllato dal Comune e dall’intero Consiglio Comunale.
In questo momento di forte crisi dell’edilizia locale, la STU potrebbe anche svolgere una ruolo di traino per molte imprese edili assistendole anche nella ricerca di finanziamenti, scremando le offerte degli istituti bancari e ottenendo le migliori condizioni.
 
Lista Civica Portanuova
Viadana