Bozzolo scappa con la Ferrari in conto vendita

Raduno di Ferrari
Un bozzolese ha affidato la sua Ferrari ad altra persona con l'accordo di venderla  ma questi si è dileguato con la vettura facendo perdere le sue tracce. Non c'è più alcun segnale del mediatore che si spacciava per una persona ben introdotta nel mercato speciale delle auto di lusso. Pare che il giro (o per meglio dire, il raggiro) consista nel farsi affidare grosse auto con la promessa di venderle all'estero - dove esisterebbe un giro fiorente e una legislazione meno rigida - ma anziché portare a termina la trattativa e consegnare il ricavato al proprietario le auto vengono perse all'estero specialmente nei paesi dell'Est dove al mercato nero dove queste superlusso sarebbero richiestissime. Inoltre gli alti margini di guadagno dovuto alle provvigioni induce abili faccendieri a trarre profitto dalla deficitaria astuzia di alcuni proprietari delle vetture stesse che si fidano (o sono costretti dalla congiuntura economica) a lasciare nelle mani dei veri e propri capitali a dei loschi figuri.