Oglio Po, fossi completamente secchi

Chiunque abbia spirito d'osservazione e amore della natura si sarà accorto dei fossi a secco non solo nel Comune di Viadana ma anche in quelli limitrofi. L'acqua è sparita non solo dai fossi marginali, ma anche da quelli medi, nei grandi canali, come il Ceriana, l'acqua ormai occupa solo la parte centrale del corso e probabilmente non supera i 50 cm. I pesci che non sono riusciti a migrare per salvarsi guadagnando acque più profonde si vedono sguazzare in grande sofferenza.  E' questione di giorni se non di ore e la popolazione ittica di un intero territorio potrebbe venire cancellata. Quella dei fossi medio piccoli ormai è irrecuperabile dal momento che sono completamente a secco, occorreranno anni all'ecosistema per recuperare. L'assessore all'ambiente viadanese Saccani ha convenuto che la cosa sia assolutamente ingiusta e che, benché si ripeta da vari anni (ma mai così acuta come quest'anno n.d.r.), dice che "L'ente che ha la competenza sul reticolo dei canali, avrà sicuramente delle motivazioni", motivazioni che saranno validissime ma finora non sono ancora giunte. Sembra che a monte del problema ci sia ancora una volta la scarsità di risorse per pompare acqua nei canali. Si possono accampare tutte le scuse le più dotate di pezze giustificative possibili ma se acconsentiamo inerti a che si cancelli con un tratto di penna un parte enorme della fauna selvatica ittica di un intero territorio solamente allargando le braccia con un sospiro di sopportazione con che coraggio poi risponderemo alle generazioni future quando ci chiederanno conto dei fossi privi di vita?