Un viadanese al Concorso “Eridanos” 2012

Finalisti Concorso “Eridanos” 2012
La giuria della 6ª edizione del Concorso Letterario Nazionale “Eridanos” organizzato da “Arcibassa” di Gussola (Cr) con il patrocinio della Provincia di Cremona e del Comune di Gussola ha deciso all’unanimità di ammettere alla serata finale del Concorso, che si svolgerà a Gussola sabato 6 ottobre prossimo dalle ore 21 presso la sala polivalente “Giovanni Paolo II” i seguenti autori, che elenchiamo in stretto ordine alfabetico:
Alessandretti Carla di Casalmaggiore (Cremona), con il racconto “L’abbraccio al sole”
Barillaro Fiorella di Catanzaro, con il racconto “Cos’è la vita”
Barili Nicola di Viadana (Mantova),  con il racconto “Catturatelo vivo o morto”
Bertolino Alessandro di Torino, con la poesia “Scaramanzia”
Bertolotti Annalisa di Reggio Emilia, con la poesia “Al veint in di cavì”  (Il vento nei capelli)                 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    
Bottari Giovanni di Molino del Pallone (Bologna), con la poesia “Come di fronte a ruscello da saltare”
Cirani Sandra di Genova con la poesia, “Della mia vecchia casa di ragazzo”
Cocco Alberto di Cagliari, con la poesia, “A latere”
Cuppini Alessandro di Bergamo, con il racconto “Due bicchieri di Fundador”
Groppelli Valeria di Crema (Cremona), con la poesia “Ma manca” (Mi manca)                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                 
Lacava Paolo di Fabriano (Ancona), con la poesia “Fami…” (Fame)
Modè Luigi di Porto Mantovano (Mantova), con il racconto “La pianta di pum salvàdach” (L’albero delle mele selvatiche)
Panetta Alfredo di Settimo Milanese (Milano), con la poesia “Aundi sunnu i vecchji” (Dove sono i vecchi)                                                                                                             
Sabena Chiara di Savigliano (Cuneo), con il racconto “Sera d’estate”
Sani Fabrizio di Pergine Valdarno (Arezzo), con il racconto “Come il volo delle mosche”
Zanoni Erminio di Casalmaggiore (Cremona), con il racconto “’N òm”  (Un uomo)

Le sezioni del Concorso erano quattro (Poesia singola in lingua italiana, Poesia in un qualsiasi dialetto italiano, Racconti brevi in lingua italiana od in dialetto e Sezione Green, riservata ai giovani sino ai 20 anni)  Al concorso erano pervenuti 119 elaborati provenienti da ben 25 diverse provincie italiane. Oltre ai riconoscimenti previsti dal regolamento, nella serata verrà anche assegnato un altro ambito premio, in memoria di Giancarla Assandri, a quel testo dialettale dove, a giudizio della giuria, il connubio tra vernacolo e letteratura risulta particolarmente coinvolgente . Giancarla Assandri, alla quale è stata intitolata la biblioteca di Gussola, era una stimata insegnante di lingue ed una appassionata ricercatrice di tradizioni locali tragicamente scomparsa in un incidente stradale nel 1995.