Viadana. Soluzione per la Neuropsichiatria Infantile

Temporaneamente la neuropsichiatria infantile sarà collocata al secondo piano dell’ex ospedale di Viadana
Ieri pomeriggio presso la Direzione generale del Poma si è tenuto un incontro presenti il Dott. Stucchi la Dott.ssa Mariani Direttore Generale degli istituiti Ospitalieri di Cremona, il  dott. Storti, Direttore Sanitario del Poma il Sindaco Giorgio Penazzi l’Assessore Ines Sartori, la  Dirigente dell’istituto Scolastico sede del CTRH Sandra Sogliani , la presidente del Consorzio Lidia Culpo e la rappresentante dell’Associazione  Genitorinmovimento e refente Anfass, Lara Bellini.
 Finalmente si è trovata una soluzione per la Neuropsichiatria Infantile: temporaneamente la neuropsichiatria infantile sarà collocata al secondo piano dell’ex ospedale di Viadana. Il Sindaco ha proposto di dare in comodato in uso gratuito al Poma l’attuale sede del giudice di pace, ex Pretura. Appena la Regione stabilirà di attivare gli 8 posti letto per subacuti, al secondo piano dell’ex ospedale, la Neuropsichiatria Infantile sarà trasferita nei nuovi locali presso la ex Pretura. Già da lunedì verrà chiesto l’accreditamento del secondo piano per la neuropsicihatria e l’Azienda Poma sta già provvedendo all’assunzione di due medici neuropsichiatri di cui uno sarà destinato alla nuova neuropsichiatria di Viadana. La dott.ssa Mariani ha assicurato che continuerà  a garantire il servizio di neuropsichiatria infantile  per gli utenti del territorio viadanese, avendo già messo a disposizione un medico in sostituzione della dottoressa che si è trasferita dal primo di settembre, presso l’Oglio Po fino al definitivo trasferimento a Viadana del servizio.