Viadana. Sostegno a famiglie nel disagio

Agosto 2012 - Anche quest’anno il Comune di Viadana mette a disposizione dei cittadini lo Sportello Affitto per sostenere economicamente le famiglie in situazione di disagio.
Il cosiddetto FSDA (Fondo sostegno disagio acuto) sostituisce, in conseguenza della riduzione delle risorse economiche Statali, il tradizionale FSA ( Fondo sostegno affitto) e stabilisce l’erogazione di contributi finalizzati al sostegno affitti,  ai nuclei familiari aventi un Isee-fsa da € 0,00 a € 4.000,00, IN VIA PRIORITARIA a quelli con Isee-fsa sino a € 3.500,00. E’ certo che, rispetto al passato, in conseguenza dell’abbassamento dell’Isee-fsa da 12.911,00 euro a di € 4.000,00, un numero sensibilmente inferiore di famiglie potrà beneficiare del contributo; L’importo massimo del contributo è fissato in € 1.200,00 per ciascun nucleo familiare, lo stesso andrà riparametrato in misura lineare in base all’effettivo numero di domande idonee presentate.L’adesione da parte del Comune all’istituzione del fondo sostegno affitto disagio acuto comporta un impegno economico notevole; il Comune si impegna con fondi propri nella misura del 40%, delle risorse messe a disposizione da Regione Lombardia.
L’Ammnistrazione comunale, a fronte di esigue risorse statali e regionali, ha comunque previsto nel proprio bilancio somme in grado di soddisfare le richieste che perverranno da parte dei cittadini più deboli.
La Regione inoltre non si fa più carico della raccolta delle domande, lasciando l’onere in carico ai comuni.
Abbiamo scelto di non convenzionarci con i CAAF per la raccolta delle istanze, provvedendo in proprio attraverso lo sportello dei servizi sociali,  grazie alla disponibilità del personale,  con un risparmio di spesa di circa 3.000,00 euro.
Questo piccolo risparmio da aggiungersi a qualche altra eventuale economia sarà destinato al sostegno alle famiglie non rientranti nei parametri fissati da Regione Lombardia, con un particolare riguardo alle persone anziane. A tal fine è allo studio degli uffici un bando comunale.
Le domande potranno essere presentate dal giorno 01 settembre al giorno 31 ottobre 2012 secondo le modalità fissate nel bando, reperibile sul sito del Comune nella sezione albo-online.
REQUISITI di PARTECIPAZIONE:
A.-possesso di un isee-fsa sino a € 4.000,00;
B.-titolarità di un contratto di locazione valido e registrato ai sensi della legge 431 del 1998 per unità immobiliare sita in Lombardia;
C.-residenza anagrafica nell’alloggio locato a titolo di abitazione principale nel Comune di Viadana
D.-cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione Europea;
E.-in caso di cittadinanza di altro Stato (non appartenente all’ Unione Europea): essere in possesso
del permesso di soggiorno e del certificato storico di residenza da almeno dieci anni nel territorio nazionale o da almeno cinque anni in Regione Lombardia;
F.-non avere ottenuto in assegnazione unità immobiliari realizzate con fondi pubblici e/o unità immobiliari di Edilizia Residenziale Pubblica locate secondo la normativa regionale;
G.-non essere proprietari di alloggi in Lombardia adeguati alle esigenze del nucleo familiare H.-le unità immobiliari non devono essere incluse nelle categorie catastali A1, A8 e A9 e non devono avere una superficie utile netta superiore ai 110 mq.
Informazioni presso URP  al numero 0375/786253.

L’Assessore alle Politiche Sociali
Dott.ssa Ines Sartori

. Si è pertanto deciso, grazie alla collaborazione del personale dello sportello servizi sociali,raccolta delle domande, precedentemente in carico alla Regionescelta di non convenzionarsi con i CAAF per la raccolta delle istanze, con un risparmio di spesa di circa 3.000,00 euro, provvedendo in proprio attraverso lo sportello dei servizi sociali,  grazie alla disponibilità del personale ad assumersi quest’ulteriore onere in precedenza in carico alla Regione .