Viadana: "Troppi piccioni al cimitero"

E' arcinoto che il lato nord del cimitero comunale del capoluogo è da mesi asilo di una sempre più numerosa colonia di piccioni che, costretti ad abbandonare il palazzo comunale e la chiesa di san Pietro grazie ad interventi mirati di bonifica, hanno trovato tra le vecchie edicole e i colombari (che ironia!) il luogo ideale per vivere e riprodursi indisturbati.
Ecco, proporrei che finalmente venissero disturbati!
Offenderei i preposti all'auspicato, ancorché tardivo intervento, se mi dilungassi nell'elencazione dei rischi igienico sanitari e dei disagi derivanti dalla presenza dei volatili. Suppongo che gli stessi metodi adottati per i succitati passati interventi siano adottabili senza "nuovi e approfonditi" studi anche in questo caso.
Urge una dimostrazione di efficienza.

Bosoni Alessandro