Commessaggio. Situazione tesa tra nomadi e popolazione

Il sindaco Sanfelici
Si teme la giustizia "Fai da Te" dopo i furti ripetuti in abitazioni private. Anche ieri razzia in 3 ditte e incursioni fino a Gazzuolo
La popolazione si è convinta che i responsabili dei furti siano le tribù nomadi che si fermano nella zona industriale. Che questo corrisponda al vero non ci sono prove ma il sindaco di Commessaggio lancia un grido dall'allarme erga omens prima che la situazione precipiti e possa sfociare in episodi di giustizia "Fai da Te". Il fatto è che la gente di Commessaggio si è convinta che i furti siano commessi proprio dagli "zingari". Coi tempi che corrono i furti non fanno più notizia, ciò che preoccupa è che un primo cittadino sia costretto a lanciare dai quotidiani un allarme di possibili azioni individuali da parte dei cittadini esasperati che, dopo avere fatto sentire in tutti i modi un disagio - senza ottenere giustizia dalle istituzioni - ormai si sentono costretti a fronteggiare da soli questo fenomeno delinquenziale. E' stata una scelta difficile ma condivisibile quella del sindaco di Commessaggio Sanfelici di lanciare l'allarme sui giornali perché, dice: "...la tensione è talmente alta che temo episodi di violenza da una parte o dall'altra". Più chiaro di così non si poteva dire.