I Greenpallet® di Palm SpA al Salone del Gusto e Terra Madre

stand Palm e Palm Work&Projec
AL SALONE DEL GUSTO E TERRAMADRE LA SALUBRITA’ E LA SICUREZZA DEI CIBI PASSANO ANCHE PER IL PALLET, ANZI PER IL GREENPALLET®
I Greenpallet® sani, sistemici etici di Palm SpA saranno protagonisti alla più importante fiera dell’agroalimentare di qualità di piccola scala e al meeting mondiale delle comunità del cibo che in questa edizione 2012 sono diventati una cosa sola, per testimoniare che la salubrità del cibo dipende dall’intera filiera compreso l’imballaggio e pallet che sono parte del prodotto.

Anche per l’edizione 2012 del Salone del Gusto e Terra Madre prosegue la partnership virtuosa tra Palm e Slow Food consolidata in questi ultimi anni grazie alla condivisione di valori comuni e allo stesso impegno meditato verso l’uomo e l’ambiente che li vede protagonisti nell’educare a nuovi stili di vita sani e responsabili, nel salvaguardare la biodiversità e nel promuovere nuovi modelli di produzione e consumo sostenibile, ognuno nel proprio settore di riferimento e coinvolgendo tutti gli attori della filiera.
Le bancarelle, gli stand e gli allestimenti degli spazi Slow Food sono realizzati con circa 7.000 Greenpallet® in pioppo certificati Pefc (realizzati con legno proveniente da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici) e prodotti nel territorio mantovano. A fine evento i Greenpallet® saranno acquistati da Lavazza, come già fatto per la precedente edizione del Salone del Gusto e da PPG Industrial per la movimentazione delle proprie merci. Questa operazione consente di eliminare gli scarti da allestimento valorizzando un imballaggio spesso ignorato ma di grande importanza sia per la tracciabilità della filiera delle merci che trasporta che per la salubrità dei prodotti alimentari.
L’operazione, che contribuisce a ridurre l’impatto dell’evento sull’ecosistema e a ridurre le emissioni di CO2, è quindi significativa anche perché focalizza l’attenzione sul valore del pallet e sulla correlazione diretta tra cibo buono, pulito e giusto e pallet realizzati nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente in grado di garantire completa tracciabilità dei prodotti, “dal campo alla tavola”, assicurando così salute e sicurezza ai cittadini-consumatori moderni, grazie al Greenpallet® sano, sistemico, etico di Palm SpA.
Slow Food ha scelto Palm come partner ambientale per l’allestimento degli spazi della manifestazione perché è sicura che il legno utilizzato per la costruzione dei propri Greenpallet® non proviene da foreste vergini e che non sono contaminati. Infatti spesso i pallet utilizzati per il trasporto di sostanze tossiche o solventi rischiano di essere riutilizzati per gli alimenti a causa del mercato nero degli imballaggi abbandonati e rivenduti a basso prezzo nei grandi centri distributivi.
Quindi Palm insieme a Slow Food vuole favorire, nel consumatore, la nascita di una nuova consapevolezza nell’uso di imballaggi e pallet ecologici. “Gli imballaggi devono diventare veicoli comunicativi di una rinnovata attenzione alle esigenze ambientali.
Lo sviluppo di packaging ecologici diventa uno strumento per una forte presa di coscienza del consumatore che lo rende capace di riconoscere, valutare, apprezzare e infine scegliere un prodotto piuttosto che un altro, come viene approfondito nel Disciplinare sistemico del Greenpallet® sano, sistemico etico, ideato e steso da Palm in collaborazione con l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche e la Facoltà di Disegno Industriale del Politecnico di Torino, per un nuovo approccio alla qualità del pallet, che parla dell’impresa, del prodotto e del suo territorio.
In questo senso, il consumatore attraverso un gesto consapevole e motivato,riconosce maggior valore e dignità ad un prodotto piuttosto che ad un altro,diventando un alleato del produttore ed entrando a far parte della catena produttiva come co-produttore.

La bontà e qualità di un cibo non dipendono solo dalle caratteristiche organolettiche ma anche dalla sua tracciabilità lungo l’intera filiera, compreso l’ultimo anello della catena di fornitura: il pallet, perché anche il pallet è parte del prodotto. Non lo vediamo perché sta sotto tutte le merci, ma lo paghiamo ogni giorno insieme ai prodotti che acquistiamo, ogni anno è come se ogni cittadino consumatore acquistasse 4 pallet a testa,  per questo ci conviene interessarci dell’intera filiera dei cibi di cui ci nutriamo.
Conviene alla nostra salute, all’economia del nostro paese e fa bene all’ambiente.
Palm è presente al Salone del Gusto e Terra Madre allo stand 1C001-1B002 PAD 1!
Gli ecoarredi del proprio stand sono a ridotto impatto ambientale della linea Palm Design, realizzati e promossi dalla coop sociale Palm Work&Project, che ha la mission di “creare armonia tra economia ed ecologia attraverso sistemi socioeconomici”.
Palm SpA
Via Gerbolina 7, 46019 Viadana (Mn)-  www.palm.it