I rimborsi "leciti" dei consiglieri viadanesi

Bottari e Pavesi
Inchiesta di Repubblica

Per le spese di viaggio da Viadana al Pirellone
Sulla gazzetta con un titolo a sei colonne è comparso ieri un articolo che riprende un'inchiesta di Repubblica sui rimborsi di viaggio dei consiglieri regionali mantovani, tra gli altrie Pavesi e Bottari ma anche Carra e Boni che percepiscono un congruo rimborso spese nel capitolo viaggi per la distanza dalla loro residenza (Viadana) a Milano, sede del Pirellone ove svolgono la loro attività. Scrive la gazzetta che: "...per le spese di spostamento da Viadana fino alla sede dell'Ente a Milano percepiscono una cifra di poco superiore a 1750 al mese, 21 mila euro all'anno, lo stesso Davide Boni (Sabbioneta) si sarebbe fatto rimborsare quasi 18mila euro." A stabilire questo meccanismo di rimborso è una legge del secolo scorso (1995) che nessuno ovviamente ha sentito il bisogno di cambiare. Entrambi i consiglieri dicono di "versare" contributi al partito di appartenenza decurtandolo dalle proprie pertinenze.