M5S: "Abolizione totale di tutte le province"

COMUNICATO STAMPA MoV5stelle sull'accorpamento delle province
In merito al dibattito sull'accorpamento delle Province, secondo i gruppi mantovani del Movimento 5 Stelle si dovrebbe procedere subito all'abolizione totale di tutte le province italiane in quanto la maggior parte delle competenze (cultura e sport, centri per l'impiego, strade e trasporti, scuole e formazione professionale) non richiede un ulteriore organo politico (e relativa ulteriore burocrazia per i cittadini) ma semplicemente una migliore organizzazione e può essere delegata ricollocando il personale della Provincia e le relative risorse e competenze, nelle regioni e soprattutto nei comuni. Le provincie non sono altro che un ulteriore livello decisionale che spezza
l’architettura degli enti locali, tra la Regione che presiede alle regole del gioco ed eroga importanti servizi come la sanità, e i Comuni, che sono il vero presidio e la necessaria interfaccia con i cittadini per tutti i problemi quotidiani.
Per coerenza il Mov5Stelle in tutta Italia non si è mai candidato ad elezioni Provinciali infatti è inutile invocare l'eliminazione delle Province e poi presentarsi alla spartizione delle poltrone provinciali. I cittadini delle province che saranno (forse) abolite, non devono cercare il salvataggio della provincia in cui risiedono, ma devono unirsi nello sforzo di abolire tutte le province. Non dobbiamo chiederci perché ci vogliono accorpare con Lodi o Cremona, ma perché non aboliscono anche Lodi o Cremona. Tutti i cittadini dovrebbero concentrarsi sul mantenimento e sul miglioramento dei servizi, con particolare attenzione al territorio di residenza e questo va fatto senza strutture di intermediazione come le Province.
Il primo impatto dell'abolizione delle Province sarebbe quello di eliminare subito molte "poltrone"  infatti oggi ci sono 110 Presidenti di Provincia, 1.074 assessori provinciali e 3.258 consiglieri provinciali per un costo annuo di circa € 50.000.000. A questi costi vanno poi aggiunti quelli relativi alla gestione degli organi elettivi (assessori, consiglieri e loro collaboratori e staff): uffici, personale specifico, auto "blu", rimborsi, spese di rappresentanza. L'abolizione totale deve riguardare quindi gli organi politici  salvaguardando l'identità locale. In merito ai posti di lavoro del personale attualmente operante nelle province, la ricollocazione negli altri enti deve garantire i livelli di occupazione attuale.
Movimento 5 Stelle - Gruppi della provincia di Mantova