Nasce a Viadana il progetto "Accogli un sorriso"

Per costruire una rete di famiglie, relazioni e solidarietà attorno al mondo dell'infanzia
Si tratta di un ambizioso iniziativa in cui diverse associazioni cittadine, sotto il patrocinio della Consulta del volontariato e col sostegno di Comune di Viadana e consorzio "Servizio alla persona", hanno deciso di unire le forze e lavorare assieme per costruire una rete di famiglie, relazioni e solidarietà attorno al mondo dell'infanzia. Il progetto è stato presentato sabato 20 ottobre, ore 11.30, presso la sede della Consulta del volontariato di Viadana (Palazzo Ex Monte, via Verdi 5).
Sono intervenuti tra gli altri Marilena Flisi (presidente Consulta del volontariato), Ines Sartori (assessore ai servizi sociali), Daniela Ottoni (dirigente consorzio pubblico "Servizio alla persona") e Giovanni Breviglieri (associazione Fiore). Il progetto cerca cittadini “accoglienti”, disponibili a proteggere ed aiutare i bambini del territorio (individuati dai servizi sociali) ogni volta che si ravvisi l’esigenza di un affiancamento alla famiglia d’origine.
Chi vorrà, potrà mettersi a disposizione aiutandoli nei compiti; accogliendoli in casa al pomeriggio o per un pasto; accompagnandoli in ludoteca o a momenti di svago; cercando soprattutto di offrire loro affetto, ascolto ed attenzione. Nel medio-lungo periodo, si punterà a costituire una vera e propria “Banca del tempo”. Per rafforzare la coesione sociale le associazioni promuoveranno incontri pubblici, borse di studio e feste dell’accoglienza. Si riaprirà inoltre la Ludoteca comunale, grazie ad animatori remunerati e volontari. I promotori sono: Fiore (capofila), Consulta, Istituto Sensis, Comitato viadanese di solidarietà, Arces, Avis Viadana, Abeo Mantova, Croce Verde, Avulss Mantovana, Apeiron, Amici della biblioteca di S. Matteo, Italia Nostra, Caritas, La Meridiana, Comune e Consorzio. Informazioni: accogliunsorriso@virgilio.it.