Rivarolo. Allevamento di visoni da pelliccia con annesso macello

Cose fuori dal comune: dopo le nutrie i visoni
C'è una lettera sulla provincia di stamattina di Enrico Cirelli ex sindaco della cittadina che rende noto che nel comune di Rivarolo del Re in una località detta Colombarola in riva al Navarolo si starebbe progettando di costruire un struttura destinata all'allevamento intensivo di visoni da pelliccia con annesso macello. Tutti ricordano come i nostri canali siano stati invasi dalle nutrie ovvero grazie ad allevamenti da pelliccia finiti male con rilascio in natura degli animali. Ora se qualcuno vuole replicare - qui in zona - un esperimento senza avere imparato nulla dal passato a scopo di lucro, mettendo a repentaglio l'intero ecosistema per un guadagno personale deve confrontarsi con la popolazione e in primis con le autorità. Come attività potenzialmente pericolosa per l'ecosistema e come attività eticamente crudele nei confronti degli animali allevati al solo scopo di essere spellati per ricavarne disgustosi capi d'abbigliamento da far indossare a persone che desiderano solo ostentare la propria ricchezza auspichiamo che questo progetto resti fermo allo stato di ipotesi. Sono finiti i tempi dove - in nome della libera impresa - si facevano passare in secondo piano tutti gli altri valori, diritti degli animali e salute pubblica compresi.
(dir)