Soldi del terremoto solo a chi lo potrà dimostare

I sindaci Penazzi e Silla
Risarcimento a chi porterà la documentazione di un nesso causale col terremoto
Viadana e Casalmaggiore pur non essendo geograficamente nel bacino del sisma dell'Emilia sono stati riconosciuti - seppur con tutti i distinguo di legge - tra i comuni terremotati. Questo significa che arriveranno dei soldi? Che le popolazione ne trarrà vantaggio? E' tutto da vedere come dice il sindaco Silla di Casalmaggiore. Di sicuro non arriveranno soldi a pioggia. E - d'altra parte - nemmeno i benefici pratici - contenuti nel protocollo Stato-Regioni sulla gazzetta ufficiale - ancora si conoscono bene. Ciò che si conosce, almeno, è l'argomento del protocollo e riguarda i criteri di concessione di finanziamenti agevolati finalizzati per la riparazione con miglioramento sismico e ricostruzione di immobili sia ad uso abitativo che produttivo. In soldoni, chi ritiene di avere subito dei danni ai propri edifici direttamente causati dal terremoto,  deve conservare documentazione, foto, perizie ecc. che attestino un nesso di causa effetto col terremoto. Probabilmente solo chi riuscirà a dimostrare - carte alla mano - che gli eventuali danni sono da collegare al sisma con un nesso di causalità comprovato da documenti potrà vedersi riconosciuto e risarcito il danno.