Viadana deve rimborsare la Ue

Nel progetto di 252 mila euro l'Unione europea avrebbe ravvisato scorrettezze nei rendiconti

Viadana deve rimborsare l'Unione Europea. Questo il titolo che la Gazzetta di Mantova dedica alla vicenda.Che qualcosa sia andato storto è testimoniato dal fatto che il comune di Viadana abbia dovuto restituire a Bruxelles 10 mila euro per un progetto d'integrazione interculturale finanziato dall'Unione Europea. Il pasticcio è uscito in consiglio comunale allorché due consiglieri, uno di maggioranza (Mozzi,Pd) e uno di minoranza Gialdi (Portanuova) hanno chiesto il rendiconto di un progetto in parte finanziato dalla Ue e in parte da altri enti di cui il Comune di Viadana era capofila per elaborare un format - sull'integrazione - che fungesse da modello d'eccellenza da esportare - niente-popò-di-meno - in tutto il continente europeo. Secondo quanto riporta il giornale il comune di Viadana avrebbe avviato una procedura di recupero nei confronti di un istituto lussemburghese presieduto da una formatrice originaria di Pomponesco. Il budget del progetto era - scrive la gazzetta - 252 mila euro con la finalità di favorire l'integrazione dei cittadini stranieri. La domanda è i soldi sono stati spesi bene? Ci sarebbero ancora molti lati oscuri tra cui fornitori non pagati, un sito internet che non  funziona e l'Unione europea che vuole indietro parte dei soldi. I consiglieri interpellanti hanno chiesto tutte le carte e le pezze giustificative per cercare di capire nel dettaglio cosa sia stato fatto di quella cifra ragguardevole. Su internet c'è un documento in pdf (cercando 4intercult project) e un canale su youtube di una conferenza in inglese. http://www.youtube.com/user/4InterCultProject?feature=watch