Viadana. Saccani, precisazioni sul "degrado"

In merito alle critiche mosse dalla Lista Civica Portanuova sulla lotta al degrado cittadino, in qualità di Assessore all’Ambiente, Sicurezza, Polizia Locale e Traffico, volevo ribadire alcuni concetti.
Intanto la visione limitata sull’argomento la rispedisco al mittente, in quanto l’azione tesa a contrastare questo fenomeno è stato uno dei cavalli di battaglia, già dai tempi in cui la Lista Portanuova era in maggioranza, ed essa lo è tuttora.
Il tavolo sulla sicurezza, che và a coinvolgere il Comune, Scuole, Forze dell’Ordine, Oratori, ecc. ecc. si è già riunito 1 volta dall’inizio del mandato amministrativo e verrà ancora convocato nei prossimi giorni ribadendo l’attenzione su questo tema.

Gli Speed Check poi, tirati in ballo dalla Lista Civica Portanuova, centrano come i cavoli a merenda con l’argomento, questi fanno parte di un altro aspetto che si chiama ridurre la velocità delle auto in centro abitato e sicurezza dei pedoni , e che il Comune  ritiene molto importante, pure da portare avanti in contemporanea, con altre azioni amministrative che fanno parte di un mandato di governo del territorio.
Concludendo, volevo ricordare che, come amministrazione, crediamo che in aggiunta ai tavoli tecnici e alle campagne di sensibilizzazione, sia da prevedere anche una azione punitiva più aspra, per far fronte a quelle fasce di popolazione che si sottraggono all’osservanza delle norme del vivere civile e quindi significano mancanza di rispetto per Viadana e per tutti i suoi cittadini. Vorrei ricordare inoltre che l'educazione nella fascia giovanile non è compito dell'amministrazione comunale ma della scuola e dei genitori.
Saluti, Adriano Saccani