Casalmaggiore: Verso la città solidale

MURI. DALLA CITTA' FEROCE ALLA CITTA' SOCIALE
Esperienze e buone pratiche dal territorio
Casalmaggiore – Martignana Po 10 novembre 2012
Una riflessione sulla città sociale che a partire dal tema della salute mentale vuole toccare diversi settori : sociale, minorile, scolastico, edilizia abitativa, ambiente, sicurezza e servizi sanitari, politica ed economia. Una giornata di confronto su esperienze del territorio e su buone pratiche che offrano idee, sentieri, speranze e innovazione nelle relazioni.

Ore 11.00 LEROS. Anche il Nulla ha un Nome - Mostra fotografica di Antonella Pizzamiglio - DondolandoArte Atelier Martignana Po – via Cadeferro 11
Inaugurazione della mostra con le classi IV dei Licei del Polo Romani di Casalmaggiore. Percorso fotografico in tre tappe dalla ferocità dell’isola greca di Leros ad oggi per avvicinare e far riflettere sul tema dell’emarginazione e dell’abbattimento delle barriere sociali.
Leros ieri: reportage fotografico di denuncia realizzato da Antonella Pizzamiglio nel 1989 dal terribile manicomio dell’isola greca di Leros.
Leros oggi: le fotografie in bianco e nero di Antonella documentano la situazione odierna di Leros con assistenza e condizioni dignitose.
La vergogna dell’abbandono: la storia e la situazione odierna dell’Ospedale Psichiatrico di Colorno. Un racconto fotografico sull’abbandono della struttura e sul senso di vergogna di un passato ancora presente.

Ore 15.00 MURI. DALLA CITTA' FEROCE ALLA CITTA' SOCIALE.
Esperienze e buone pratiche dalle province di Cremona e Mantova
Auditorium Santa Croce - Casalmaggiore Via A. Porzio, 5

Coordina Giovanni Anversa
Aprono i lavori: Franco Rotelli Presidente Conferenza Permanente sulla Salute Mentale nel Mondo Franco Basaglia, Claudio Silla Sindaco di Casalmaggiore, Pierluigi Pasotto Assessore ai Servizi Sociali, Ettore Gialdi Assessore alla Cultura e Istruzione

TAVOLA ROTONDA
Antonino Minervino Direttore DSM Azienda Istituti Ospitalieri di Cremona, Franco Spinogatti Responsabile CPS Azienda I.O. di Cremona, Giovanni Rossi Direttore Rete 180, Pasquale De Luca Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura Ospedale Oglio-Po, Borella Daniela CPS Casalmaggiore, Katia Avanzini CON.CA.S.S Consorzio Casalasco Servizi Sociali, Cayo Delegati Cooperativa C.H.V onlus Suzzara", Tino Rosa e Maurizio Araldi Cooperativa sociale Moby Dick progetto “Fattoria sociale”, Carmine Lazzarini e Gabriella Leggio Laboratorio di scrittura autobiografica del CPS di Cremona, Roberto Pezone, Francesco Casali e Giorgio Marenzi Cittadinanza Sociale: le buone pratiche del fare assieme nei CPS di Cremona e Soresina, M.Rita Balsamo presidente Associazione Famiglie.

Chiude i lavori Franco Rotelli.

Ore 18.00 Visita alla mostra presso l’Atelier Dondolandoarte – Martignana di Po

Ore 21.00
Teatro Comunale di Casalmaggiore
MURI - prima e dopo Basaglia
Spettacolo con Giulia Lazzarini testo e regia Renato Sarti
(premio Anima per la crescita di una coscienza etica)

Una grandissima e toccante performance di Giulia Lazzarini ci rende questo testo scritto sulla base di alcune testimonianze di infermiere del manicomio di Trieste. Con l’arrivo di Basaglia il dialogo e il rispetto hanno preso il posto della violenza. La protagonista riflette sulla sua esperienza di infermiera con la lucidità di chi si rende conto che la spinta straordinaria di quegli anni si è affievolita e rischia di finire inghiottita dall’indifferenza generale.

ore 22.30
Ridotto del Teatro Comunale Via Cairoli 53, Casalmaggiore
Giulia Lazzarini e Franco Rotelli incontrano il pubblico