Viadana. A Cogozzo una tela del Guercino?

Malacarne
Ritrovato da un viadanese nella collezione di un industriale di Cogozzo. Sgarbi lo avrebbe autenticato
Un industriale di Cogozzo, che vuole restare anonimo comprò il quadro antico in un'asta a New York negli anni 70 ma si sarebbe accorto solo ora trattarsi di un opera di inestimabile valore. Del ritrovamento ne dà notizia la Provincia che nell'articolo narra del riconoscimento ad opera dell'esperto di Viadana Benito Malacarne. Un quadro la cui attribuzione sarebbe stata confermata dal noto critico d'arte Vittorio Sgarbi che - dopo averla vista - ne avrebbe subito confermato l'autenticità. Malacarne dopo avere visto l'opera, un narciso che si specchia nell'acqua, capì di trovarsi di fronte un'opera di grande valore artistico forse della scuola caravaggesca ma per fugare i dubbi ha contattato Sgarbi per una perizia. Il critico già ad una prima occhiata avrebbe confermato trattarsi di un opera del Guercino. Non sono molte le opere Giovanni Francesco Barbieri, detto Guercino (Cento 1591 ? Bologna 1666) sul mercato privato, quindi difficile conoscerne il valore monetario ma si ha notizia che nel '92 una sua opera sia stata valutata 4 miliardi di vecchie lire. L'autenticazione prevederà altri laboriosi passaggi e nell'articolo non si esclude che nella collezione dell'attuale proprietario possano nascondersi altre "sorprese".