Viadana. Il sindaco decide da solo

Il sindaco di Viadana Penazzi
Nelle nomine della fondazione culturale ignorate le candidature del Pd
Il sindaco Giorgio Penazzi decide di testa propria e non si lascia condizionare nemmeno dal maggiore partito che lo sostiene: Il Pd. Nel nuovo cda della Fondazione Ponchiroli - che si occupa di promozioni culturali - il sindaco ha scelto 5 nomi di prestigio ma dice la gazzetta: "...non contempla nessuno dei nominativi candidati indicati dai Democratici." Una decisione che dice ancora il quotidiano: "pare che, almeno in parte, abbia scontentato settori del Pd, gruppo maggiormente rappresentativo in consiglio comunale." Del futuro direttivo - scrive la Gazzetta - faranno parte: Cristina Ferrari, residente a Parma, proposta dalla lista civica "Penazzi" e probabile nuovo presidente l'avv. Massimo Lodi Rizzini proposto dall'Udc; lo storico dell'arte Giorgio Milanesi, il cui nome è stato proposto dal gruppo del Pdl; la prof. Lorella Saviola e l'ex preside Gian Carlo Sarzi." Al di là delle nomine il dato politico è il decisionismo del sindaco che la Gazzetta non ha mancato di evidenziare titolando: "Nominati i consiglieri della Ponchiroli, fuori i nomi Pd".