Viadana. Interrogazioni Portanuova

La Lista Civica interroga sul piaz.le Libertà e luci votive
Viadana  09-11-2012 ill.mo PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Di VIADANA
INTERROGAZIONE SULLA SITUAZIONE LAVORI IN PIAZZALE LIBERTA’
A seguito comunicazione a mezzo stampa della ripresa dei lavori su Piazzale Libertà;
Preso atto dell’ultima DGC n. 182 del 26/09/2012 la quale, oltre a ricostruire minuziosamente le procedure adottate dalla Giunta Comunale per prorogare e modificare negli anni un’opera soggetta a regole ben precise per i bandi pubblici, prevede  quale condizione tassativa, la presentazione di una polizza fideiussoria di €. 500.000,00=;
Rilevato che con prot.10614 del 12/04/2012 il Segretario Generale Dott.sa Nanni Maria Rita affermava, in risposta ad una ns. richiesta scritta, che era stato avviato il procedimento per la risoluzione del contratto e sono in corso di predisposizione i successivi atti per la risoluzione come previsto dall’art.136 del codice;
Esprimendo, nuovamente, i nostri forti dubbi circa la perfetta regolarità delle procedure adottate per le quali stiamo attendendo parere dall’Ufficio Legale del Comune

si chiede al Sig. SINDACO

a) di confermare l’avvenuta presentazione della fidejussione di €. 500.000,00= , in quale data e con quale Istituto di Credito o Compagnia Assicurativa e se la stessa è “a prima richiesta” così come stabilito per gli appalti pubblici che consente l’escussione immediata in caso di inadempienza contrattuale senza possibilità di opposizione da parte dell’appaltatore;

b) di confermare che la fruizione del nuovo parcheggio, considerato a titolo gratuito dal 2010 sino al termine dei lavori a compensazione delle penali accumulate, dovrà essere prorogato oltre la fine dei lavori pari al tempo che questo rimarrà chiuso per esigenze lavorative e come verrà accertato da regolari verbali;

c) di comunicare la quantificazione delle penali accumulate a carico della ditta inadempiente sulla base di quanto previsto per contratto e di spiegare ai Consiglieri il calcolo dei benefici per l’Ente Comunale per la fruizione gratuita del parcheggio tale da giustificare la completa compensazione delle penali dovute;

d) di confermare che la nuova tempistica concessa e concordata per la fine dei lavori del 1° e 2° stralcio, così come da DGC n. 182/2012 e allegati, potrà e dovrà essere rispettata considerando la tardiva ripresa dei lavori.


Per la Lista Civica Portanuova
Simonetta Gialdi
--------------------------------------------------------------------

Viadana  13/11/2012
Ill.mo PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
COMUNALE DI VIADANA
INTERROGAZIONE SU DELIBERA DI GIUNTA - TRANSAZIONE
                                                                   
Premesso che
Con DGC n. 78 del 15/05/2012 si è addivenuti ad una transazione con la Società G.PAOLI ELTTROIMPIANTI la quale, avendo vinto la gara d’appalto per la progettazione e gestione delle lampade votive nei cimiteri di Viadana, è stata poi estromessa a seguito impugnazione del diritto di prelazione da parte della Società GOZZI SRL  ai sensi dell’art.153 comma 15 lett.a) del Dls 163/2006  presentando ricorso e richiedendo un risarcimento danni pari ad euro 35.000,00= più Iva                                                          
Rilevando che
Con detta Delibera l’Amministrazione comunale ha ritenuto di concordare una transazione che si è conclusa con il riconoscimento di un risarcimento pari ad €. 15.000,00= + Iva oltre  euro 1.000,00= per spese legali
 Si chiede al signor Sindaco
1) come mai si è provveduto ad indire una gara d’appalto sapendo che la Ditta GOZZI SRL aveva un diritto di prelazione senza inserire un’apposita clausola nel bando che evidenziasse il diritto di prelazione ai sensi dell’art.153 comma 15 lett. a) del Dls 163/2006  per la società promotrice e la rinuncia a qualsiasi ricorso e/o risarcimento da parte del vincitore nel caso il diritto di prelazione fosse esercitato, evitando contenziosi come è successo;
2) come mai il progetto di base per la gara d’appalto è stato commissionato alla ditta GOZZI SRL e non è stato invece fatto internamente dal nostro ufficio tecnico, che avrebbe evitato il diritto di prelazione;
3) come mai nella proposta di Delibera del Consiglio Comunale n.25 del 12/03/2012, tra le premesse, non è stato fatto menzione della richiesta di risarcimento danni al Comune pari ad Euro 35.000,00= + Iva fatta dalla ditta G.PAOLI ELETTROIMPIANTI; 
4) di chiarire come mai l’appalto aveva la durata di 30 anni e, nel caso, come mai è stato deciso un termine così lungo che impegna le future amministrazioni quando, da un controllo sommario in rete, bandi analoghi in altri comuni assegnano una durata dai 5 a massimo 15 anni;
5) come giustifica questa decisione della Giunta Comunale che, di fatto con l’approvazione del bando riscontrato poi viziato per il mancato rispetto dei principi comunitari in materia di pubbliche gare, ha determinato un nuovo aggravio economico di 16.000,00= euro + Iva nelle casse comunali sottraendo risorse preziose per finanziare servizi ai cittadini;
6) se il Comune, in conseguenza della decisione di effettuare direttamente il servizio di gestione lampade votive come da DCC n. 25 /2012 a seguito annullamento per autotutela del bando per la presenza di vizi,  ha dovuto corrispondere alla ditta GOZZI SRL somme per il progetto da essa predisposto come base del bando di gara ed eventualmente di quale entità.
Per la Lista Civica Portanuova
Simonetta Gialdi